Parlamentari espulsi M5S

Attualità

Parlamentari espulsi M5S

m5s_interna_nuova
La Rete ha deciso, i deputati Massimo Artini e Paola Pinna sono stati buttati fuori dal Movimento cinque stelle, espulsi, (queste le motivazioni date) per non avere rispettato il regolamento del Movimento, il quale impone a deputati e senatori di restituire parte della diaria e delle eccedenze dello stipendio parlamentare.
A nulla è bastata la pubblicazione delle documentazioni da parte degli stessi parlamentari, i quali si sono visti buttare fuori con un’alta percentuale,ha votato sì il 69,8%, pari a 19.436 voti, ha votato no il 30,2%, pari a 8.382 voti.
Gli interessati non ci stanno, e non sono in soli; dopo aver appreso i risultati delle votazioni della loro espulsione, una delegazione di attivisti guidati da alcuni deputati del Movimento, tra i quali lo stesso Artini si sono recati presso la casa del leader del Movimento Beppe Grillo, per contestare e chiedere tutte le informazioni possibili relative a tutto ciò.

Dopo una lunga attesa sono stati ascoltati dal Leader, il quale infatti, si è limitato ad ascoltare i deputati e le loro motivazioni, non spostandosi minimamente dalle proprie posizioni, e affermando di adeguarsi a quanto stabilito dalle votazioni.
Deputati e attivisti pro Artini/Pinna vogliono spiegazioni da parte del loro leader, capire cosa gli passi per la testa, ma ad emergere da tutta questa vicenda è l’ennesima ferita, l’ennesimo colpo auto-ricevuto dallo stesso Movimento Cinque Stelle.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche