Parlamentari pagati dalle lobbies, scoop delle Iene COMMENTA  

Parlamentari pagati dalle lobbies, scoop delle Iene COMMENTA  

L’assistente di un senatore che non ha voluto rivelare la sua identità ha riferito all’inviato del programma televisivo “Le Iene”, Filippo Roma, alcune gravi vicende di corruzione che accadono all’interno del Parlamento. Secondo quanto riferisce il misterioso assistente, senatori ed onorevoli ricevono soldi mensilmente (circa mille, due mila euro ma anche fino ad ottomila) da parte di lobbies influenti come quelle del tabacco, della sanità, dei giochi online, in cambio di favori.


Nella puntata andata in onda ieri sera è emerso che ci sono senatori a libro paga di numerose multinazionali. Queste si assicurano l’impegno dei parlamentari su interessi specifici che le riguardano, assicurando in cambio un importo mensile, che viene corrisposto tramite i loro rappresentanti.

Insomma, si tratta di un traffico illecito che riguarda i nostri rappresentanti al Parlamento, e ora che è venuto fuori si spera venga eliminato.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*