Parlando di medici omeopati

Guide

Parlando di medici omeopati

Un medico omeopata è uno specialista professionale che tratta i suoi pazienti con un indirizzo della medicina alternativa chiamata, appunto, omeopatia. Gli omeopati usano rimedi naturali per trattare i disturbi o alterazioni metaboliche. Fanno parte della corrente di pensiero, che il corpo ha già in sè le capacità per auto guarirsi.

STORIA

L’omeopatia contemporanea ebbe inizio nel 1970 in Germania, grazie ad un controverso dottore, che si chiamava Samuel Hahnemann. Il Dottor Hahnemann coniò la frase “lasciate che i simili vengano curati dai simili” ,che rimane uno dei principi cardini dell’omeopatia( WIKIPEDIA: Il principio dei simili, ovvero, le malattie si guariscono con i loro simili, cioè con medicamenti che producono nel soggetto sano i sintomi caratteristici del morbo da combattere. La forza e l’efficacia dei medicamenti si trovano solo con esperimenti eseguiti, con la materia pura, sull’organismo sano. Le succussioni ai medicamenti, al momento della loro preparazione, danno loro un’energia, che viene moltiplicata dalla diluizione.

L’omeopata non punta alla guarigione della malattia, che è solo un sintomo del disordine interno dell’organismo, ma alla guarigione dell’individuo nella sua integrità e individualità). La prima scuola di omeopatia applicata fu aperta alla fine dell’ottocento negli Stati Uniti dagli stessi studenti del Dottor Hahnemann. Entro i primi del ‘900, sempre negli Stati Uniti, si erano costituite più di 20 scuole di formazione per aspiranti omeopati. Nel giro di 20 anni, però, molte di queste scuole chiusero, a causa del declino della medicina omeopatica. Questo fu largamente causato dal sorgere e dallo sviluppo delle maggiori case farmaceutiche, che iniziarono a sviluppare nuove tipologie di medicine. Bisogna aspettare gli ultimi decenni del 20° sec per vedere di nuovo fiorire e diventare ancora popolare la ricerca e la medicina omeopatica. A poco a poco, inizia ad essere accettata dalla comunità medica, come un metodo di trattamento aggiuntivo. In molti paesi questi due metodi ( la medicina convenzionale e la medicina complementare) sono usati simultaneamente per trattare molte malattie e condizioni di malessere.

FUNZIONE

Il lavoro primario di un omeopata è di prescrivere e/o amministrare prodotti naturali al paziente ai fini di rinforzare il corpo dell’ammalato come metodo per curare le origini della malattia o del malessere.

La maggior parte dei praticanti in omeopatia negli Stati Uniti e in altri paesi mantengono il doppio ruolo di medico omeopata e di dottore in medicina generale. Gli omeopati hanno il ruolo di educare i pazienti, insegnando i benefici e gli svantaggi di vari stili di vita e di diete e, di conseguenza, gli effetti che hanno sul corpo.

IDENTIFICAZIONE

I pazienti che cercano un omeopata devono essere in grado d’individuare un professionista qualificato. Molti non professionisti , difatti, si auto proclamano omeopati, creando, così, confusione. Un omeopata qualificato deve avere un’adeguata educazione e percorso formativo, con certificati e diplomi da una scuola di omeopatia formalmente riconosciuta. In alcuni paesi è richiesta anche una normale laurea in medicina per poter praticare la professione dell’omeopata. Deve essere in possesso di certificazioni e credenziali tipo diploma in omeoterapia o in omeopatia classica. La regolamentazione cambia asseconda del paese, ma è sempre richiesta una registrazione all’albo degli omeopati e naturopati.

CREDENZE POPOLARI

Il maggior fraintendimento che riguarda gli omeopati è che sono una specie di stregoni.

Molti pensano, che durante una seduta con un omeopata, si usino rituali o metodi esoterici per trattare i pazienti. Questo può essere vero in alcune culture con altri tipi di trattamenti, o tra coloro che si auto proclamano omeopati senza aver conseguito alcun certificato professionale. L’omeopata certificato usa semplicemente prodotti naturali e l’educazione del paziente stesso, per promuovere il processo di autoguarigione.

AVVERTENZE

E’ imperativo che i pazienti capiscano esattamente cosa un medico omeopata sia capace di fare. Gli omeopati non possono curare tutte le malattie e non pretendono neppure di poterlo fare. In generale l’omeopatia non dovrebbe essere in antagonismo con la medicina convenzionale, bensì una sua complementare. Si dovrebbe, comunque, sempre consultare il proprio medico prima d’iniziare qualsiasi trattamento omeopatico, soprattutto se si stanno seguendo specifiche terapie, che in alcuni casi possono essere neutralizzate a causa dell’interazione dei medicinali di diversa natura.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*