Parto gemellare: tutto quello che c’è da sapere

Donna

Parto gemellare: tutto quello che c’è da sapere

Se siete in attesa di due piccoli pargoletti, vi diamo qualche consiglio su come affrontare il parto gemellare senza complicazioni.
Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Se il parto rappresenta un momento di ansia e preoccupazione, figuriamoci per le mamme che aspettano due gemelli.
Tuttavia sono molte le strutture ospedaliere che offrono un costante consulto e supporto alle future madri che devono affrontare questo passo molto importante per la loro vita.
Rispetto alla normale gravidanza, i rischi nel caso di un parto gemellare sono moltiplicati, ad esempio c’è più possibilità di avere un parto prematuro, un ritardo della crescita del bambino nell’utero, oppure diabete o ipertensione delle arterie.

Generalmente, la durata del parto gemellare è simile a quella che avviene per il parto classico. Si tratta di qualche minuto tra la nascita del primo bambino e del secondo. Tuttavia, per assicurare il benessere della partoriente, è consigliabile l’epidurale.

Affinchè il parto gemellare possa avvenire sono necessarie alcune condizioni.

I bambini (o almeno uno di essi) infatti devono essere posti entrambi in posizione cefalica; la madre deve essere in ottima forma senza nessun disturbo; il bacino ovviamente deve essere ampio e deve esserci collaborazione da parte della madre. Nel caso in cui queste condizioni non fossero possibili si procede con il parto cesareo.

Quest’ultimo è il più richiesto in quando facilita notevolmente le cose. Infatti non è necessario che la madre entri in travaglio ma può essere programmato. Lo si effettua nel caso in cui il parto fosse plurigemellare e la posizione dei bambini fosse podalica oppure quando vi sono delle complicazioni, come ad esempio la placenta previa o quando un bambino pesa meno dell’altro e c’è il rischio di una trasfusione, ovvero i vasi sanguigni vanno ad alimentare un bambino mettendo a rischio la salute dell’altro.

Solitamente, i parti gemellari sono causati dalle cure ormonali per la fertilità.

Un caso record si ha avuto nel 2009 quando una donna dopo aver avuto già sei figli, ha dato alla luce otto gemelli!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche