Pasquale Romano ucciso come un boss, probabile scambio di persona

Cronaca

Pasquale Romano ucciso come un boss, probabile scambio di persona

20121017-135237.jpg

Cardito (Na) – C’è ancora mistero sul movente dell’omicidio di Pasquale Romano, 30 anni, incensurato e, almeno apparentemente, lontano anni luce da ambienti criminali. Il giovane, studente universitario, un lavoro onesto, è finito sotto una pioggia di piombo la sera del 15 ottobre scorso in piazza Marianella. Contro di lui sono stati esplosi 14 colpi di arma da fuoco. Un trattamento che si riserva ai boss ma Pasquale con la camorra non aveva niente a che fare, tantomeno la sua famiglia. Ecco perché l’efferato omicidio è inspiegabile se non con lo scambio di persona. Non è la prima volta, probabilmente, purtroppo, non sarà l’ultima. Certo, ci sarebbe anche l’ipotesi di uno sgarro. A certa gente, talvolta, può essere sufficiente un banale pretesto per uccidere: una questione di viabilità, uno sguardo di troppo. Siamo, però, nel campo delle ipotesi. I carabinieri, che indagano sul caso, non si sbottonano ma lavorano per dare una risposta ai genitori e amici di Pasquale e per assicurare alla giustizia il o i responsabili.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche