Passa il treno e provoca lo spostamento d’aria che lo “inghiotte”: Luca muore a 18 anni COMMENTA  

Passa il treno e provoca lo spostamento d’aria che lo “inghiotte”: Luca muore a 18 anni COMMENTA  

Lui è seduto su un muretto, proprio vicino ai binari, il treno passa e provoca uno spostamento d’aria tale da “inghiottire” il ragazzo: Luca è caduto ed è stato travolto e ucciso dal treno. Aveva solo 18 anni.


La tragedia si è consumata questa mattina intorno alle sette a San Biagio di Callalta, a pochi chilometri da casa del giovane. Il convoglio viaggiava sulla linea Treviso-Portogruaro.

La vittima, Luca Sponchiado, è un 18enne residente a Spercenigo e studente dell’istituto Planck. 

Il sindaco Alberto Cappelletto ricorda Luca: «Sempre presente in mezzo ai ragazzi, giovane, con la voglia di studiare, la voglia di vivere…». L’abbraccio del primo cittadino va a tutta la famiglia del giovane morto, il sindaco non sa ancora se verrà indetta una giornata di lutto cittadino – «ora non so, è prematuro» – e poi rifiuta ogni polemica sulla sicurezza nelle piccole stazioni: «Oggi è la giornata del lutto, non quella delle polemiche». 

Secondo al testimonianza dello zio, Luca non avrebbe dovuto trovarsi in stazione: stamani aveva perso la corriera, forse si era alzato in ritardo, fatto sta che il ragazzo si è trovatro costretto ad attendere il treno per poter andare a scuola e arrivare in orario.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*