Pausa ragù, a Napoli scatta la tariffa al minuto

Attualità

Pausa ragù, a Napoli scatta la tariffa al minuto

Originale trovata di un ristorante del centro antico di Napoli, gestito da Manuela Mirabile, giovane e intraprendente imprenditrice: proporre ai clienti una pausa per gustare la tradizionale “scarpetta” nel tipico sugo napoletano così tanto celebrato in tutto il mondo. Il ristorante “Tandem” in Via Padalino si è inventato quindi una tariffa a tempo: il cameriere del locale serve agli avventori un piatto con ragù e diversi pezzi di pane da inzuppare, come vuole la tradizione meridionale.

Poi mette in azione il cronometro, e i clienti saranno tenuti a pagare un euro per ogni minuto trascorso a “fare la scarpetta”. Il metodo è di sicuro originale, ma c’è qualcuno che ha già trovato da ridire: affrettarsi a mangiare non fa bene alla salute, e per risparmiare in molti saranno tentati di consumare velocemente, invece di gustare il piatto fino alla fine. Voi cosa ne pensate?

1 Trackback & Pingback

  1. Napoli. La pausa ragù costa 1 € al minuto ma non è fast food

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche