Pdl: “Via L’Imu o cade il governo”

Politica

Pdl: “Via L’Imu o cade il governo”

Via l’Imu o cade il governo. Ieri, dopo il vertice ad Arcore, che ha visto una convocazione a tappeto dei vertici Pdl, il segretario del Pdl Angelino Alfano ha ribadito che per la sopravvivenza del governo è “necessario il rispetto degli impegni programmatici a partire dall’abolizione dell’Imu su prima casa e agricoltura”.

Stamattina il concetto è stato ripetuto dall’ex capogruppo Fabrizio Cicchitto: “Mercoledì il governo deve abolire l’Imu – afferma – questa è l’altra questione che riteniamo fondamentale per proseguire la strada dell’esecutivo”. “Non accetteremo compromessi al ribasso”, sottolinea Daniela Santanché, e aggiunge: “Hanno talmente paura che questo governo cada che cederanno e noi saremo cosi riusciti a portare a casa una cosa molto utile per gli italiani”.

Intanto il governo risponde facendo riferimento alle cifre: “Le risorse per cancellare l’Imu sulla prima casa non sono sufficienti ad esentare anche le abitazioni di lusso – afferma il viceministro all’Economia, Stefano Fassina – vorrei che il Pdl prestasse attenzione non solo verso chi ha appartamenti di 400 metri quadrati, ma anche verso chi rischia di non vedere rifinanziata la Cig in deroga”.

Fassina, esponente del Pd, dopo aver definito “irricevibili” i “toni ultimativi” del Pdl, afferma: “Mi pare che il Pdl abbia già deciso di rompere – dice – noi come governo però non possiamo guardare in faccia un disoccupato e dirgli che non gli diamo l’indennità di disoccupazione perché abbiamo tolto l’Imu a chi ha un mega appartamento in centro.

Abbiamo poche risorse e quattro priorità: Imu, Iva, cassa integrazione in deroga ed esodati. Su queste quattro priorità dobbiamo allocare risorse che sono scarse”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche