Pembrolizumab, l’anticorpo anti-PD-1 di MSD, è sottoposto a revisione normativa in Europa per il trattamento del melanoma in stadio avanzato

Salute

Pembrolizumab, l’anticorpo anti-PD-1 di MSD, è sottoposto a revisione normativa in Europa per il trattamento del melanoma in stadio avanzato

melanoma

MSD, azienda farmaceutica nota come Merck (NYSE:MRK) negli Stati Uniti e in Canada, ha annunciato in data odierna la risposta favorevole dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) a considerere la domanda di autorizzazione presentata dall’azienda per l’immmissione in commercio di pembrolizumab (MK-3475). Si tratta dell’anticorpo anti-PD-1 in fase di sperimentazione dell’azienda ideato per il trattamento del melanoma in stadio avanzato. Se approvato dalla Commissione europea (CE), pembrolizumab potrebbe diventare la prima terapia anti-PD-1 in Europa. Si prevedono uteriori procedure di autorizzazione al di fuori dell’Europa entro la fine del 2014.

“Con un tasso di sopravvivenza di cinque anni raggiunto in meno del 20 percento dei casi dai pazienti affetti da melanoma in stadio avanzato, è necesario poter offrire ai pazienti delle alternative”, ha commentato il dott. Roy Baynes, vicepresidente senior, dipartimento Sviluppo clinico presso Merck Research Laboratories. “Siamo lieti che la nostra domanda di autorizzazione sia attualmente in esame negli Stati Uniti e in Europa; il nostro obiettivo è quello di poter offrire Pembrolizumab ai pazienti di tutto il mondo”.

“Attendiamo con interesse di lavorare con le autorità locali, in attesa dei risultati della domanda di autorizzazione per Pembrolizumab; auspichiamo di poter offrire questa nuova terapia in Europa per i pazienti affetti da melanoma in stadio avanzato”, ha commentato Deepak Khanna, vicepresidente senior e direttore di Merck Oncology in Europa.

Il melanoma è la forma più grave di tumore della pelle, posizionandosi al 19° posto come causa più comune di decesso da tumore in Europa.

Si stima che nel 2012 ci siano stati 22.000 decessi da melanoma maligno in Europa e 232.000 nuovi casi di melanoma in tutto il mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

hand-351277_960_720
Salute

Come combattere le rughe con rimedi naturali

27 luglio 2017 di Maura Lugano

Sono le nemiche numero uno di ogni donna di ogni età, sono le rughe, le tanto odiate rughe, segno del tempo che passa, testimoni di una bellezza che di giorno in giorno cambia e si evolve. Le rughe, tra l’altro, iniziano ad essere il cruccio degli uomini, sempre più interessati al loro aspetto, e che talvolta attingono direttamente dalle donne i consigli per prendersi cura di sé, anche dei propri segni del tempo che passa.
La grande attrice Anna Magnani implorava i truccatori che non le coprissero nemmeno una delle rughe del viso, per lei esse erano simbolo delle esperienze belle e brutte della vita, ma oggi giorno si inizia presto a prendersi cura di questo problema, ogni donna ci tiene ad avere un aspetto giovane che le dia sicurezza, compiacimento e che susciti ammirazione.
Tante donne, soprattutto quelle che per varie ragioni vedono sul proprio viso apparire segni marcati di invecchiamento, desiderano un viso più piacevole, ma non vogliono ricorrere alla siringa o al bisturi, oppure non ne hanno la possibilità. Sono sempre più numerose quelle che cercano delle soluzioni naturali e dei prodotti naturali, in questa loro ricerca sicuramente possono trovare un aiuto e anche una soluzione.