Pennichella salutare? Ecco quanto bisogna dormire COMMENTA  

Pennichella salutare? Ecco quanto bisogna dormire COMMENTA  

la pennichella

Il sonno è una delle cose importanti per il benessere del corpo umano. Una notte di buon sonno fa stare bene, fa rendere meglio nello studio, nel lavoro, nella vita famigliare e sociale e con se stessi. Ci sono invece pareri diversi sull’utilità del sonnellino pomeridiano, la cosidetta “pennichella”. Si sa che è necessario ai bambini e agli anziani, perché hanno ritmi di resistenza inferiori, ma creare un intervallo nell’arco della giornata per ritemprare fisico e mente, serve anche agli adulti, la necessità di rigenerare le proprie forze in quella breve sosta può rendere il resto della giornata molto positivo. Non serve un lungo sonno, anzi è controproducente, bastano 20/30 minuti di pisolino, massimo un’ora, per non compromettere il riposo notturno e a maggior ragione dovrebbe concederselo chi non riesce a dormire per almeno 7/8 ore, perché la mancanza di riposo compromette i livelli di pressione arteriosa danneggiando cuore e arterie.


Da una ricerca su 368 volontari sui 60 anni sofferenti di  ipertensione, il dottor Manolis Kallistratos, dell’Asklepieion Voula General Hospital di Atene, ha scoperto che i livelli di pressione scendevano del 5% nei volontari che si concedevano il pisolino pomeridiano, esito molto efficace dal momento che 2 mmHg di pressione sistolica possono ridurre i rischi di infarto e ictus del 10%. Inoltre la dottoressa Arand, psicologa del Kettering Sleep Disorders Center di Dayton, in Ohio, consiglia il riposino pomeridiano per aiutare la concentrazione e la lucidità mentale occorrenti alla memoria per rimanere efficace ed attiva, soprattutto se lo si effettua nell’intervallo del lavoro.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*