Pensioni: serve più flessibilità dell'Ue

Pensioni: serve più flessibilità dell’Ue

News

Pensioni: serve più flessibilità dell’Ue

Pensioni: Per le pensioni secondo alcuni serve più flessibilità e si aspetta l’ok dell’Unione Europea. Secondo alcuni la modifica della legge Fornero potrebbe essere giusta in quanto sarebbe giusto permettere il pensionamento anticipato in cambio di una riduzione dell’assegno. Ovviamente al momento questo non è consentito dalle regole della contabilità Europea, perché questo crea un deficit economico.

Pensioni 2015: quindi si dovrebbe ottenere da Bruxelles l’ok per questo tipo di flessibilità, ovviamente inutile dire che per trovare un accordo ci vorranno alcuni mesi. Questo lo afferma in un intervista effettuata dal Messaggero il consigliere economico del Premie e commissario anche alla spending review Yoram Gutgeld. Inoltre Gutgeld aggiunge anche che più che riformale la legge Fornenro si tratterebbe di utilizzare il metodo contributivo.

Pensioni: Inoltre pare proprio che lo spazio ci sia e che la Fornero permette di avere una sostenibilità del sistema pensionistico che in Europa quasi nessuno ha, e quindi proprio per questo consentire una flessibilità del sistema contabile potrebbe essere davvero un interessante progetto da seguire.

Ovviamente per fare tutto questo ci vorrà del tempo, in quanto senza l’accordo della Ue non si può procedere, quindi si sta lavorando per avere il Si da Bruxelles. Proprio il fattore Bruxelles ci fa capire che al momento non bisogna avere troppe aspettative. Inoltre Gutgel si esprime anche in merito ai contratti dei dipendenti pubblici, dicendo che entro cinque anni si dovrebbe superare questo blocco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche