Peperoncino: Scudo per il fegato COMMENTA  

Peperoncino: Scudo per il fegato COMMENTA  

Peperoncino: Scudo per il fegato novità

Ottime notizie arrivano per tutti coloro che amano le pietanze messicane, in quanto una ricerca scientifica ritiene che il peperoncino, che viene utilizzato molto in Messico per condire i piatti, ma anche normalmente nella nostra cucina, è uno scudo per il fegato.

Lo studio scientifico, ha riportato risultati notevoli, secondo i quali un consumo giornaliero di capsaicina, ovvero il composto attivo del peperoncino, ha benefici contro il deterioramento del fegato. Durante lo studio scientifico, è stato provato che, la capsaicina è in grado di ridurre l’attività delle cellule stellate del fegato, che sono coinvolte nella composizione della fibrosi epatica. La ricerca è stata condotta sui topi al “Liver Cell Biology Laboratory” a Bruxelles. Dunque, i ricercatori della Vrije Universitet, hanno diviso gli animali in due gruppi, i quali hanno ricevuto una particolare sostanza nel loro cibo, dopo essere stati sottoposti a due trattamenti che simulano un danno al fegato.

Il gruppo di Shanna Bitencourt ha spiega: “Lo studio ha dimostrato che la capsaicina in un caso ha migliorato il danno negli animali e bloccato la progressione delle lesioni, mentre nell’altro caso ha protetto il fegato dallo sviluppo di danno”. Con ciò, possiamo affermare che sicuramente di tratta di risultati incoraggianti, anche se iniziali: “I dati mostrano l’importanza di ulteriori studi sulla capsaicina per il trattamento e la prevenzione di lesioni al fegato”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*