Per cosa è buono il tè all'ibisco? - Notizie.it

Per cosa è buono il tè all’ibisco?

Guide

Per cosa è buono il tè all’ibisco?

Si crede che l’ibisco fosse bevuto dai faraoni egiziani in una bevanda chiamata karkadè. Tradizionalmente, il tè all’ibisco è usato durante i matrimoni in Egitto e in Sudan. Il nome del fiore significa bellezza e grazia, e ha molti benefici quando viene preparato come tè.

Parti usate

I fiori vengono usati per fare il tè. Sono sia rossi o gialli con un centro viola. La pianta è comune in India e in altre regioni tropicali e calde del mondo.

Elettroliti

L’ibisco ha un’alta quantità di elettroliti, che lo rende adatto a reintegrare il corpo dopo lo sport. Gli elettroliti influenzano i muscoli, la quantità d’acqua nel corpo, e i livelli di acidità del sangue.

Pressione sanguigna

Il tè all’ibisco abbassa la pressione del sangue secondo uno studio condotto dalla Tuft University. Alle persone sono state date 3 tazze di tè all’ibisco al giorno durante lo studio.

Vitamina C

La quantità di vitamina C presente lo rende un rimedio efficace contro il raffreddore, l’influenza e la tosse.

I petali di rosa sono un’ottima aggiunta all’ibisco a causa della loro vitamina C.

Perdita di peso

Il tè all’ibisco inibisce gli enzimi che rompono gli zuccheri complessi e gli amidi , è quindi un’alternativa sicura per perdere peso. Gli enzimi amilase sono bloccati dall’ibisco, rallenta l’assorbimento dei carboidrati che contribuiscono all’obesità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*