Per i medici è morta, lei si sveglia dopo il coma COMMENTA  

Per i medici è morta, lei si sveglia dopo il coma COMMENTA  

Jenny Bone è una donna inglese di 40 anni che, lo scorso Marzo, ha scoperto di essere affetta da una rarissima malattia nervosa che le ha provocato una paralisi. Si tratta della sindrome di Guillain-Barre, una patologia che secondo i medici non lascia speranza di sopravvivenza. Jenny Bone, dopo essere stata ricoverata e rimasta in coma per dieci giorni, è stata dichiarata farmacologicamente morta.

Fino all’ultimo momento però, i suoi familiari e in particolare il marito John non hanno voluto staccare la spina. Jenny ha poi rivelato che, anche se incosciente, riusciva a percepire tutto quello che le accadeva intorno, e anche le parole dei medici che la davano per spacciata.

Dopo dieci giorni di coma profondo, la donna ha cominciato a mostrare segni di ripresa. I primi tempi ha dovuto vivere con un deambulatore sempre accanto, poi grazie alla sua forza e alla determinazione ha potuto riprendere a lavorare e persino a fare attività fisica, partecipando ad una corsa di cinque chilometri a scopo di beneficenza.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*