Per Kabobo serve pena di morte

Cronaca

Per Kabobo serve pena di morte

Sono dure le parole pronunciate dal candidato sindaco leghista di Treviso, Giancarlo Gentilini, nei confronti del ghanese Kabobo che ha ucciso tre persone a picconate a Milano. Intervistato nel corso della trasmissione radiofonica “La Zanzara” su Radio 24, Gentilini dichiara: “Per Kabobo ci vuole la pena di morte, un criminale che si macchi di un delitto così efferato non deve vivere negli “alberghi” delle prigioni coi miei soldi e quelli dei cittadini”.

Continua Gentilini: “Ci vorrebbe un’iniezione letale, perché la morte deve essere data lentamente. Sono portavoce della volontà della gente e quelli di Kabobo sono delitti senza senso, è un delitto pazzesco e la pazzia va eliminata”.

Contro il Ministro Kyenge, che vuole eliminare il reato di clandestinità, il candidato sindaco leghista insorge: “E’ una bestialità! Io invece voglio che gli immigrati si appuntino sul petto un pezzo di lenzuolo con nome, cognome e luogo di destinazione. Come succedeva con gli emigranti italiani”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche