Per trovare un lavoro utilizza la filosofia del parcheggio COMMENTA  

Per trovare un lavoro utilizza la filosofia del parcheggio COMMENTA  

Trovare un posto per l’auto, soprattutto nelle grandi città, è davvero un’impresa. Eppure per alcuni è un gesto facile e quasi immediato. Non si tratta soltanto di fortuna, ma di vera e propria convinzione, una motivazione che può essere utile anche in altri ambiti della vita. La filosofia del parcheggio è infatti applicabile anche alla ricerca di un lavoro. A spiegare le similitudini tra le tecniche di ricerca del parcheggio per l’auto e quella di un posto di lavoro ci ha provato Paolo Iacci, consulente aziendale e docente presso l’Università Liuc di Castellanza.


Nel suo libro, intitolato appunto “La filosofia del parcheggio” (Edizioni Log, 91 pagine, 8 euro) Iacci scrive che sia nel cercare parcheggio che un impiego bisogna avere tanta pazienza e buona volontà. Insomma, la metafora è presto chiarita: niente scoraggiamenti e lamentele nell’uno e nell’altro caso. “Molte persone, sapendo che trovare un posto libero è difficile, non ci provano neanche. Poi c’è chi, testardo, tenta e ritenta fino a quando riesce a conquistare il posto pure sotto casa”.


Nella ricerca di un posto per la macchina così come di un impiego è importante assumere un atteggiamento positivo e propositivo. Essere rinunciatari non ripaga, e si rischia di perdere numerose opportunità.

Mentre sei impegnato a lamentarti perché non si trova parcheggio, qualcuno ci riesce al posto tuo. L’autore aggiunge: “Trovare parcheggio non è questione di fortuna, ma di merito.

L'articolo prosegue subito dopo

Il che, ovviamente, non toglie la casualità, ma di certo la aiuta”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*