Perché alcune coppie non riescono a lasciarsi? - Notizie.it

Perché alcune coppie non riescono a lasciarsi?

Donna

Perché alcune coppie non riescono a lasciarsi?

“Non sto bene con lui, sento che non è la persona giusta per me, ma non riesco a lasciarlo”; “Mi fa soffrire, ci lasciamo e riprendiamo continuamente, ma non so stare senza di lei”: quante volte avete sentito queste frasi pronunciate da amici o parenti che vi confidano le loro pene d’amore? Perché, nonostante sia chiaro che una storia d’amore non va come dovrebbe ed il partner non è quello giusto, si continua comunque a stare insieme? Qual è il meccanismo psicologico che tiene molte coppie ancora unite, anche quando si soffre e non si è felici?

In genere le persone che vivono questo tipo di relazione è portato (erroneamente) a credere che è l’amore il collante che lo tiene unito all’altra persona. Ma l’amore non è certo disagio o sofferenza, questo è chiaro. E’ il caso di fermarsi e chiedersi: perché si accetta di vivere relazioni amorose tormentate, infelici, caratterizzate da tradimenti, gelosie, rifiuti, umiliazioni, offese frequenti? La psicologia ci viene in aiuto in questo.

Secondo gli psicologi, che hanno trattato una vasta gamma di casi simili, le persone che non sono capaci di interrompere una relazione negativa e tormentata soffrono di dipendenza affettiva.

Si tratta di una patologia psicologica che ha le stesse caratteristiche di quella da alcol o droghe, solo che ha come oggetto una persona e la relazione con questa. In molti soggetti l’assenza del partner provoca reazioni fisiche forti come dolori diffusi, brividi, e disagi psicologici che li portano a ricadere nella storia in un circolo vizioso che fa male ad entrambi. Utilizzando un paragone, le coppie che non riescono a lasciarsi sono come i tossicodipendenti che non sono capaci di stare lontani dalla droga. Chi si accontenta di restare invischiato in una relazione infelice ha solo bisogno di colmare le sue lacune emotive: paura di restare soli, traumi da separazione, difficoltà di distacco, ecc.

Non è certo l’amore il motivo per cui queste storie insane vanno avanti.

Guarire da una dipendenza affettiva è possibile, provate a leggere “Donne che amano troppo”, il libro di Robin Norwood, che spiega qual è il meccanismo di dipendenza affettiva messo in atto in genere dalle donne nei confronti degli uomini, ma sono altrettanti i casi al maschile. Ci vuole coraggio a chiudere una storia, certo, ma se vi fa stare male proverete un senso di sollievo quando capirete di aver fatto la cosa giusta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche