Perché camminare fa bene

Guide

Perché camminare fa bene

Piccoli passi possono fare una grande differenza per la salute.

Nel 2008, Pam Mumper riusciva a malapena a salire su una rampa di scale. Doveva sforzarsi anche per alzarsi dal letto, e non entrava nella poltrona, perché pesava 180 kg. Tre anni e mezzo più tardi e 75 chili in meno, lei è in grado di camminare per quattro miglia consecutivamente, arrampicarsi su per la rampa delle scale con facilità e sedersi su una poltrona con la figlia.

Per Pam, tutto è cominciato con lo sforzo di farsi a piedi tutto il suo quartiere sud dell’Illinois. “Non riuscivo a respirare molto bene e mi stancavo facilmente,” ci racconta. “C’è voluto del tempo: all’inizio non riuscivo ad andare molto lontano e camminavo a fatica, ma poi le cose hanno progressivamente iniziato a migliorare ed ora cammino qualche km ogni giorno”.

Quello che ha sperimentato lei, è ciò che potrebbe cambiare la vita di tutte quelle persone che non possono a permettersi il costo di un abbonamento in palestra.

Per iniziare, è sufficiente dedicarsi qualche ora a l giorno a fare dell’attività fisica, anche solo una bella camminata.

I benefici del camminare

Da quando ha iniziato a camminare, Pam si è resa conto che mettere un piede davanti all’altro le stava dando molti più benefici che semplicemente la perdita di peso.

“La mia salute è migliorata notevolmente. In realtà, io adesso prendo un dosaggio inferiore di medicinali per la pressione sanguigna rispetto a tre anni fa ” dice Pam. “Camminare non solo fa bene al corpo, ma anche alla mente, perché mi permette di spaziare senza pensare ai problemi ed allo stress quotidiano. Mi fa sentire come se avessi realizzato qualcosa ogni giorno.”

Secondo il Dottor Paul Bendheim, neurologo ed autore di “L’allenamento è la rivoluzione del cervello”, camminare è essenziale per la salute complessiva di tutto il corpo e anche della psiche. “E’ fantastico per le articolazioni, mantiene in forma i muscoli ed i tessuti connettivi, migliora lo stato del sistema cardiorespiratorio”. Camminare migliora anche l’equilibrio e la postura.

Jessica Matthews, istruttrice di fitness e direttrice dell’American Council on Exercise, dice che un programma normale di camminata quotidiana non solo migliora la salute generale e la forma fisica, ma influisce positivamente sull’umore e sulle prestazioni di lavoro.

“La ricerca ha dimostrato che l’esercizio fisico fatto durante la pausa pranzo, si traduce in una migliore acutezza mentale, una migliore gestione del tempo ed una maggiore produttività tra i dipendenti”, dice la Matthews.

Quando lo stress prende il sopravvento, camminare può anche servire come una pausa necessaria per allontanarsi dal caos della vita lavorativa e familiare, dice Carolyn Phillips, personal trainer e proprietaria di una struttura wellness certificata in Connecticut.

“Una camminata veloce di 30 minuti può aiutare a calmarsi e fornisce una rapida ripresa dell’umore, quando si è a terra “, dice la Phillips.

“Quando cuore e polmoni lavorano in modo più efficiente, infatti, si ha più energia per completare la giornata di lavoro con facilità. E ‘anche un intelligente impiego del tempo per poter riflettere e pianificare la propria giornata di lavoro. ”

I benefici dell’attività fisica si mostrano anche con una moderata attività.

Indipendentemente dalla distanza o dal tempo occorso, Bendheim dice che la chiave per migliorare la propria salute è quella di fare il primo passo. “Subito dopo aver iniziato a fare dell’attività fisica, anche semplicemente camminando, la gente comincia a sentirsi meglio” dice “non c’è bisogno di essere un appassionato di jogging o un maratoneta. Tutto quello che dovete fare è muovervi”.

Adotta uno stile di vita nuovo: cammina

Quando Pam ha deciso di iniziare ad allenarsi camminando, anche la sua flessibilità nel respiro è migliorata. A poco a poco, ha aumentato la distanza delle sue passeggiate. “Ci sono voluti circa due anni per arrivare a percorrere fino a quattro miglia,” dice “camminavo un km di più ogni mese, ed il mio obbiettivo era migliorare ancora e ancora.”

L’American Heart Association raccomanda di occupare almeno 150 minuti alla settimana facendo del moderato esercizio fisico.

Camminare è l’esercizio che vanta tassi di successo più elevati perché è gratis, facile da fare e si può fare nel tempo libero.

Le attività quotidiane possono anche essere occasioni per camminare a pochi passi. Secondo la Matthews, spostarsi a piedi durante la giornata, aiuta a sciogliere lo stress, a recuperare le energie ed a bruciare qualche caloria. “Se lavori in ufficio, nulla ti vieta di alzarti dalla scrivania ogni tanto e fare una breve passeggiata lungo il corridoio per alleviare la tensione muscolare e la rigidità causata dal fatto di stare seduti ad una scrivania tutto il giorno.”

Anche se l’ascensore è conveniente, fare le scale può aiutare a migliorare la vostra resistenza ed il fiato. Puoi fare la spesa a piedi, portare il cane a fare un giretto, andare a lavoro a piedi, oppure in bicicletta. Fai del movimento appena ti è possibile e ne vedrai i benefici dopo pochissimo tempo.

Coinvolgi la tua famiglia, qualche amico o gli affetti durante le tue passeggiate, camminare in compagnia rende le cose ancora più facili e divertenti, e distoglie il pensiero dal fatto che state facendo dell’esercizio fisico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*