Perchè è così difficile osservare Mercurio dalla Terra?

Guide

Perchè è così difficile osservare Mercurio dalla Terra?

Mercurio è il pianeta più piccolo del sistema solare, oltre ad essere il più vicino al sole, e come tale presenta difficoltà uniche quando si tratta di visualizzarlo dal nostro pianeta.

Per la sua posizione all’interno dell’orbita terrestre, così come la relativamente breve orbita di Mercurio ci sono pochi momenti in cui il pianeta può essere visto. Quando è visibile è solo per un breve periodo di tempo e l’intero pianeta appare come solo un oggetto a forma di mezzaluna in vari punti del suo ciclo orbitale.

Nonostante queste difficoltà nella visualizzazione, esso è più luminoso di qualsiasi stella nel cielo e può essere visto ad occhio nudo in una qualsiasi notte limpida.

I pianeti sono visibili a causa della luce riflessa proveniente dal sole, cosìn che Mercurio, anche se molto piccolo, è anche il pianeta più vicino al sole, riflettendo una grande quantità di luce. A causa di questo sembra abbastanza luminoso nel cielo notturno, ma per la sua breve orbita e la posizione, è difficile per gli astronomi vederlo.

Il momento migliore per vedere un pianeta è in realtà quando è più lontano dal sole e questa posizione si chiama afelio, mentre la sua posizione più vicina al sole è conosciuta come perielio.

Afelio perciò è la posizione ottimale per osservare i pianeti.

Grazie alla sua posizione interna, Mercurio è visto nelle sue fasi tanto quanto la luna, Infatti esso apparirà come una forma di “mezzaluna” prima di raggiungere quello che viene definito “Mercurio pieno”, dopo di che arriverà di nuovo a mezzaluna.

Ciò è dovuto alla posizione della terra quando si cerca di visualizzare il pianeta ed è molto difficile da vedere con un telescopio. Il pianeta ha anche una relativamente breve orbita, composta da soli 88 giorni, il che rende l’intervallo durante il quale può essere visto relativamente breve.

Grazie alla combinazione di fattori che influenzano la visibilità di Mercurio si può vedere solo per un’ora e sette minuti ogni giorno.

Il periodo dell’anno più importante per riuscirlo a vedere ad occhio nudo nel cielo è spesso durante la prima parte dell’anno, nel quale è più visibile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*