Perché è il corno del rinoceronte è considerato afrodisiaco? COMMENTA  

Perché è il corno del rinoceronte è considerato afrodisiaco? COMMENTA  

Il corno del rinoceronte è considerato afrodisiaco, per uomini e donne, nelle culture occidentali, almeno dal 19° secolo, quando è andato di moda come elemento decorativo. Il suo uso come  afrodisiaco deriva principalmente dalla sua forma suggestiva, piuttosto che per le proprietà chimiche che possiede. Oggi, contrariamente al mito, il corno di rinoceronte viene usato ormai raramente come afrodisiaco.

 

 

 

La dottrina delle “segnature”

La popolarità in Europa del corno di rinoceronte come afrodisiaco  si deve ad un concetto noto come la «dottrina delle segnature o delle firme”, descritta tra l’altro, nel XVII secolo dall’erborista Jacob Boehme, nel suo libro “Signatura Rerum” o “La firma di tutte le cose.” In poche parole, la dottrina delle segnature afferma che una pianta o un oggetto somigliante ad un organo umano è utile per curarlo. La dottrina è, in altre parole, una forma di magia simpatetica. Così, i fiori gialli sono utili per trattare disturbi urinari, le radici per trattare le estremità e quindi il corno di rinoceronte, che assomiglia a un pene, viene utilizzato per eccitare la libido.


Composizione del corno

Il corno del rinoceronte è costituito da tessuto fibroso ricco di calcio e potassio. La perdita o la mancanza di questi elementi minerali può causare spossatezza negli esseri umani, così la polvere di corno di rinoceronte può avere un effetto tonificante su alcune persone. Questo potrebbe parzialmente spiegare la sua reputazione. Naturalmente, ci sono molte altre fonti di calcio che sono altrettanto efficaci- e molto meno rare.

Medicina Cinese

E’ un mito che la medicina cinese consideri il corno di rinoceronte come afrodisiaco. La medicina cinese fa uso di polvere di corno di rinoceronte nei suoi trattamenti, ma, al giorno d’oggi, solo per abbassare la febbre.


Altri usi antichi

Nell’antichità si pensava che le tazze intagliate nel corno di rinoceronte fossero in grado di rilevare il veleno. Questa convinzione era presente in molte culture. Secondo la rivista “Smithsonian Zoogoer”,  alcuni scienziati ritengono che il corno potrebbe reagire agli alcaloidi di alcuni forti veleni, cambiando colore.

L'articolo prosegue subito dopo


 Altri usi moderni

Il corno di rinoceronte viene utilizzato ancora oggi in Yemen, come lo è stato per secoli, per fabbricare l’elsa dei pugnali cerimoniali. Anche se il commercio di corno di rinoceronte è ora vietato in Yemen, i contrabbandieri ancora riescono a farvi affari. Il governo yemenita ha incoraggiato l’uso del corno di bufalo come sostituto legale.

 Il bracconaggio ed estinzione

Insieme con la perdita dell’habitat, il bracconaggio è una delle principali minacce per i rinoceronti, in grave rischio di estinzione in Africa e in Asia. Oggi sopravvivono meno di 11.000 esemplari.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*