Perché esiste più stress da lavoro oggi che negli anni ’70

Guide

Perché esiste più stress da lavoro oggi che negli anni ’70

Ogni generazione passa attraverso le sventure e lo stress da lavoro. Secoli fa non esistevano le macchine e tutto aveva bisogno di essere costruito manualmente. Con il progredire della tecnologia, l’industrializzazione ha portato a nuovi fattori di stress.

Dagli anni ’70 la società viveva un periodo più calmo. I primi pericoli in fabbrica e negli altri posti di lavoro erano stati mitigati dallo sviluppo dell’ Amministrazione per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro (OSHA), che garantiva luoghi di lavoro sicuri per i lavoratori.

La tecnologia era a disposizione dell’uomo per facilitargli la vita, ma i computers non erano ancora entrati nell’immaginario collettivo di uso quotidiano, non c’era grande richiesta di produttività.

Lo stress da lavoro di oggi è superiore a quello degli anni ’70?

Forse è così. Da quel decennio la società ha subito molti cambiamenti.

Economia e disoccupazione

Con il collasso che tutte le economie stanno avendo in tutto il mondo, la gente ha paura di ritrovarsi disoccupata. Considerate i problemi che stanno accadendo, anche questo anno, in paesi come Spagna e Grecia. Il tasso di disoccupazione è impressionante.

Coloro che hanno un lavoro sono impauriti e meravigliati se saranno i prossimi a perdere i loro posti di lavoro.

Negli Stati Uniti, nel corso degli ultimi anni, il tasso di disoccupazione ha raggiunto livelli elevati; secondo alcune persone il motivo sta nel fatto che le persone hanno smesso di cercare lavoro. Le statistiche del governo non includono queste persone.

Inoltre, molte aziende non assumono più a tempo pieno o hanno bloccato le assunzioni. Questo scenario è molto differente da quello degli anni ’70, quando la gente andava a lavoraare in una società, riuscendo a fare una carriera al suo interno.

Ridimensionamento

Secondo l’Associazione Psicologica Americana, “Il ridimensionamento e la riorganizzazione dell’America negli ultimi 10-15 anni ha scatenato molto stress e pressioni.”

Le statistiche indicano che dal 1979 oltre 43 milioni di posti di alvoro sono stati persi in America. Molti di questi sono dovuti alla scelta di portare il lavoro all’estero e alla tecnologia che ha sostituito le persone sul luogo di lavoro.

Tecnologia

Se la tecnologia è certamente progredita, si può dire che abbia semplificato la vita dei lavoratori? In qualche modo sì, dando ai lavoratori il tempo libero, così da concentrarsi su cose più importanti. Tuttavia la tecnologia aumenta la produttività che può aggiungere stress, soprattutto perché i datori di lavoro non sostituiscono gli operai che vanno in pensione.

Tuttavia, la tecnologia ha creato un ambiente di lavoro completamente diverso rispetto a quello sperimentato dai lavoratori degli anni ’70. Oggi i dipendenti sono monitorati dalla sorveglianza del luogo di lavoro o attraverso il software installato sui propri computers.

Con così tante persone alla ricerca di lavoro, i datori di alvoro non hanno carenza di candidati. Secondo un articolo del Los Angeles Times, le aziende di oggi si aspettano che i dipendenti lavorino più duramente senza ricompensa come avveniva in passato. Con i dispositivi mobili, molti datori di lavoro si aspettano che i lavoratori rispondano anche fuori orario.

“I salari sono stagnanti, i posti di lavoro meno sicuri, il lavoro è più intenso, è un mondo molto più duro”, ha detto Paul Osterman, co-direttore dell’ Istituto per la Ricerca del Lavoro e dell’Occupazione al MIT. “I datori di lavoro sono diventati molto più aggressivi per quanto riguarda la ristrutturazione del lavoro, così che si possano avere dei livelli più alti di produttività.”

La forza-lavoro di oggi è più stressata di quella degli anni ’70? Molti indicatori suggeriscono che forse lo è.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...