Perché i bambini sono i primi della classe quando si tratta di esercizi?

Infanzia

Perché i bambini sono i primi della classe quando si tratta di esercizi?

I ricercatori dell’Università di Bristol hanno scoperto che un bambino trascorre un extra di 10 minuti attivo durante il fine settimana per ogni amico aggiuntivo che ha.

Dicono che la scoperta è una buona notizia per la salute dell’infanzia, in quanto la maggior parte dei giovani non rispettano le linee guida di attività fisica e i livelli di attività tendono a diminuire durante l’infanzia.
Le ragazze hanno una maggiore probabilità rispetto ai ragazzi di mantenere i livelli di attività dopo aver lasciato la scuola primaria. I ricercatori hanno detto che sono più propense a trattenere i loro vecchi amici.

I ricercatori, che studiano l’attività fisica dei bambini negli anni di transizione tra scuola primaria e secondaria, hanno scoperto che un amico in più è stato associato a quasi quattro minuti supplementari di moderata a intensa attività fisica (MVPA) dopo la scuola.

Tuttavia, il collegamento è stato notato solo nelle bambine, suggerendo associazioni di amicizia più forti per le ragazze rispetto ai ragazzi.

Il Dr Russell Jago, della University of Bristol’s Centre for Exercise, Nutrition and Health Sciences, ha dichiarato: “La ricerca dimostra che i bambini sono ricettivi ad essere incoraggiati a svolgere più attività fisica.

‘Vogliamo incoraggiare i giovani ad essere attivi con i loro amici e sostenersi a vicenda.

‘Queste informazioni possono essere utilizzate per definire strategie per migliorare i livelli di attività tra i bambini in una fase cruciale del loro sviluppo.’

Ha poi aggiunto: ‘I livelli più elevati di attività fisica associati con le ragazze ad avere più amici che sostengono l’attività fisica suggerisce che promuovere l’attività con gli amici potrebbe essere utile.’

I ricercatori hanno studiato i dati delle Associazioni personali e ambientali e salute dei bambini (PEACH) che ha reclutato 6 allievi (dai 10 ai 11) da 23 scuole elementari a Bristol.

Sono stati rivalutati quando sono andati a una delle otto scuole secondarie della città.

L’attività fisica è stata misurata con accelerometri indossati in sette giorni e gli amici sono stati valutati attraverso questionari.

I risultati della ricerca, finanziata dal World Cancer Research Fund (WCRF) e il National Prevention Research Initiative (NPRI), sono stati pubblicati sulla rivista Medicine e il Medicine and Science in Sports and Exercise.

Il rapporto osserva: ‘L’analisi ha indicato che un aumento del numero di amici tra scuola primaria e secondaria è stato associato con un aumento MVPA dopo-scuola e week-end.’

E ha concluso: ‘L’aumento del numero di amici e il sostegno per l’attività fisica è stata associata ad un aumento di ragazze MVPA dopo il passaggio alla scuola secondaria.

Il Dr Rachel Thompson, vice capo della Scienza presso WCRF, ha dichiarato: ‘L’attività fisica è un fattore importante nella riduzione del rischio di cancro più tardi nella vita ed è fondamentale che l’attività fisica sia un’abitudine che si sviluppa precocemente.

‘Questo studio dimostra l’attività fisica al di sotto dei livelli raccomandati per i bambini delle scuole elementari, con un ulteriore calo nell’attività dopo scuola dopo il passaggio alla scuola secondaria che è particolarmente preoccupante.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Anni '40
Donna

I capelli delle donne negli anni ’40

22 settembre 2017 di Notizie

Le ristrettezze economiche degli anni ’40 si rispecchiano per molte donne anche nella scelta di tagli corti e pratici come il caschetto. Chi può però non rinuncia a onde e ricci, anche fai da te.