Perché in Malesia è stato vietato l’uso del nome Allah ai cristiani COMMENTA  

Perché in Malesia è stato vietato l’uso del nome Allah ai cristiani COMMENTA  

Kuala Lumpur (AsiaNews / Agencies) – La corte della Malesia ha deciso che i non musulmani non possono usare la parola “Allah” per riferirsi a Dio, sconvolgendo una sentenza del 31 dicembre 2009 a favore dei cristiani che hanno il diritto di farlo. Una decisione che creò delle controversie e degli attacchi da parte degli estremisti nelle chiese e nelle moschee.


Questa mattina i giudici della Corte di Appello hanno determinato che l’apertura alla fede non islamica avrebbe creato “confusione nella comunità”. D’altro canto, i Cristiani ammettono di aver usato il nome “Allah” per definire anche il dio cristiano e che i nuovi provvedimenti del governo violino i loro diritti e la loro libertà religiosa.


Fuori la corte un centinaio di attivisti musulmani si sono presentati con cartelli e presentato slogan nei quali la parola “Allah” deve essere usata esclusivamente dai musulmani.


“L’uso della parola Allah non è parte integrale della fede nella cristianità”, ha detto il giudice, “l’uso della parola causerà confusione nella comunità”.

Leggi anche

screenshot
Guide

Come fare uno screenshot al PC

Volete realizzare un'istantanea del vostro desktop o di una pagina web? Ecco tutti gli strumenti per fare uno screenshot. Sapete cosa vuol dire il termine screenshot? Chiunque abbia un minimo di dimestichezza con i computer Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*