Perché la Ue-Bce e Fmi ha deciso di non aiutare più Atene - Notizie.it

Perché la Ue-Bce e Fmi ha deciso di non aiutare più Atene

Guide

Perché la Ue-Bce e Fmi ha deciso di non aiutare più Atene

«Atene ha bisogno di un ulteriore “haircut” in modo che il debito pubblico possa raggiungere l’obiettivo concordato con l’Unione europea del 124% del Pil nel 2020». Ma questa volta la “sforbiciata” non sarà a carico delle banche e degli investitori privati. Tre le opzioni sul tappeto per ridare respiro ai conti pubblici di Atene: mettere mano di nuovo al portafoglio con nuovi prestiti; allungare da 30 a 50 anni il tempo per restituire i debiti, ridurre i tassi di interesse che oggi sono per tutti i vari prestiti pari a una media del 3 per cento.
Questa volta Ue e Fmi non vogliono (o non possono più per diverse ragioni) concedere spazi di manovra ad Atene sul fatto di raggiungere il surplus di bilancio, obiettivo considerato non negoziabile per ottenere altre tranche di prestiti già concessi o nuovi finanziamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*