Perchè l’Isis attacca la Francia COMMENTA  

Perchè l’Isis attacca la Francia COMMENTA  

isis

La Francia è il paese più esposto agli attacchi dei terroristi dell’Isis, ma per quale motivo?

Gli attacchi alla Francia da parte dell’organizzazione terroristica islamica denominata Isis o in lingua araba Daesh, continuano.

Con l’attentato del 26 luglio a Rouen, dove due musulmani hanno sgozzato un prete e un fedele nella chiesetta locale, le stragi condotte da estremisti islamici negli ultimi due anni salgono a quota 4.

Ben due di questi atti violenti solo nella capitale. A Parigi infatti è prima avvenuta la strage del 7 gennaio 2015 alla redazione della rivista satirica Charlie Hebdo e poi il massacro al teatro Bataclan, il 13 novembre 2015.

Ma perchè la Francia sembra essere il soggetto prediletto degli attacchi jihadisti? Un primo motivo potrebbe essere la posizione geopolitica del paese. La francia infatti ha deciso di contribuire attivamente al bombardamento delle sedi dell’Isis in Iraq.

L'articolo prosegue subito dopo

Non a caso un video di minaccia da parte dei jihadisti è stato pubblicato proprio nel giorno in cui il parlamento ha approvato la decisione. Una seconda ragione potrebbe essere di marketing. La Francia ha un’alta percentuale di abitanti di fede musulmana. Un po’ di tempo fa è stato pubblicato un video che ritraeva due giovani francesi convertiti all’islam. I due invitavano gli altri fedeli a unirsi alla lotta in Siria e Iraq e se non gli era possibile almeno di “investire i passanti o avvelenare l’acqua”. Il messaggio è evidentemente arrivato a destinazione. Il 14 luglio infatti, mentre i cittadini di Nizza si godevano i fuochi d’artificio per la festa della Presa della Bastiglia, un camion guidato da un terrorista islamico li ha travolti, uccidendone 84. Un’ultima ragione è puramente religiosa. I cittadini europei vengono considerati empi, la Francia è un paese laico e questo non viene sopportato dai jihadisti.

Leggi anche

1 Commento su Perchè l’Isis attacca la Francia

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*