Sauna durante la gravidanza: si può fare?

Sauna durante la gravidanza: si può fare?

Donna

Sauna durante la gravidanza: si può fare?

Incinta

Moltissime persone al pensiero di fare una bella sauna rilassante, sorridono. Effettivamente i benefici della sauna sono innegabili. La sauna possiede infatti straordinarie capacità di rilassamento e purificazione dalle tossine, con conseguente benessere del corpo e della mente.

Il pensiero di immergersi e essere avvolte dal calore della sauna, può essere davvero piacevole. Specie se la gravidanza vi sta causando qualche doloretto qua e là. Ma attenzione! Non è proprio consigliabile

Sauna durante la gravidanza: si può fare?

Moltissime persone al pensiero di fare una bella sauna rilassante, sorridono. Effettivamente i benefici della sauna sono innegabili. E’ chiaro che, come per ogni trattamento per il corpo, ci sono benefici e controindicazioni. La gravidanza è un periodo in cui la donna è molto delicata; inoltre bisogna anche considerare le necessità del bambino. Sottoporsi a trattamenti particolari come la sauna, il bagno turco o i bagni termali, potrebbe avere qualche controindicazione. Il rischio dell’effettuare un trattamento come la sauna, consiste principalmente nell’aumento della temperatura corporea. Infatti secondo l’Organizzazione di Servizi Informativi Teratologici (OTIS), una temperatura corporea superiore ai 38,3 °C può suscitare preoccupazioni durante la gravidanza. Diversi studi dimostrano come temperature elevate possano essere addirittura nocive per il bambino, specie durante i primi tre mesi.

Tali studi hanno studi hanno dimostrato che i bambini esposti a temperature elevate, durante il primo trimestre, presentano gravi complicazioni. Il consiglio dei medici è quindi quello di evitare questo tipo di trattamenti, concedendosi magari, per coccolarsi un po’ e alleviare qualche doloretto, un idromassaggio… ma attenzione a non usare acqua troppo calda.

Cos’è la sauna

La sauna, come la maggior parte delle persone sanno, è un bagno di vapore di origine finlandese, che apporta al corpo notevoli benefici. La sauna possiede infatti straordinarie capacità di rilassamento e purificazione dalle tossine, con conseguenti benefici per il corpo e per la mente.

Diverse tipologie di sauna

Come molti di noi sanno, esistono diversi tipi di sauna secondo la temperatura e del tasso di umidità presente negli ambienti.

  • La sauna “finlandese”: è la sauna originale; nella sauna finlandese le temperature normali di utilizzo possono raggiungere gli 80-90 gradi con una percentuale di umidità veramente molto bassa, circa il 20-30%. Il riscaldamento avviene attraverso un generatore di calore.

    La pratica normale di questo tipo di sauna alterna periodi nella sauna a bagni in acqua fredda.

  • La sauna a “infrarossi”: è una pratica relativamente recente e non è propriamente una sauna. E’ una cabina in legno, riscaldata atterro pannelli a infrarossi, in cui la temperatura non è mai superiore ai 50 gradi. Il beneficio che si trae da questo trattamento è dovuto proprio ai raggi infrarossi generati dai pannelli.
  • Il bagno turco o hammam (dalla tradizione araba): è un ambiente molto diverso rispetto a quello della sauna; la temperatura è molto diversa; si aggira, infatti, intorno ai 25-50 gradi; la percentuale di umidità, invece, è molto elevata, intorno ai 100 gradi. Proprio per queste caratteristiche le stanze nelle quali si può fare il bagno turco, non sono rivestite in legno, ma in ceramica o piastrelle (come nelle normali stanze da bagno).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche