Perché sbaviamo nel sonno? COMMENTA  

Perché sbaviamo nel sonno? COMMENTA  

                  Di tutti i problemi che affliggono le persone, il fatto di sbavare nel sonno è certamente il meno grave, però può comunque rappresentare una condizione fastidiosa quando disturba il sonno o diventa una fonte di imbarazzo. La salivazione eccessiva durante il sonno  ha anche la nomenclatura medica di Sialorrea.


Le Cause

Le persone producono più saliva da sveglie che non nel sonno, ma nel sonno non possono deglutire altrettanto spesso, in questo modo la saliva si raccoglie nella bocca e infine gocciola fuori. La postura mantenuta nel sonno, i problemi ai denti, alcuni tipi di medicine, fratture e diverse malattie possono causare la salivazione eccessiva. Infatti è più facile che la saliva esca quando si dorme su di un fianco oppure a pancia in giù appoggiando la faccia sul cuscino o anche quando si è abituati a respirare attraverso la bocca. Ma questo problema può essere provocato anche da danni al sistema nervoso come dal fatto di portare un morso per la protezione dei denti.


Rimedi

Esistono delle semplici soluzioni contro la salivazione eccessiva, ad esempio provare a cambiare la posizione in cui si dorme, infatti  quando si dorme a pancia in alto la saliva si raccoglie in fondo alla gola, stimolando un riflesso di deglutizione automatico. Sono stati creati cuscini che proprio per questo motivo, hanno una forma che li rende comodi solo se usati in modo da tenere la bocca verso l’alto.


Pur essendo un problema di tipo minore, può causare problemi quando la produzione di saliva diventa esponenziale e viene quindi inalata nel sonno, infatti la saliva contiene molti batteri e se inalata può provocare infezioni batteriche ai polmoni come la polmonite.

L'articolo prosegue subito dopo


Una visita medica può mettere in chiaro se la salivazione sia causata da una condizione medica o meno oppure dalla reazione alla puntura di un insetto o ancora da alcuni tipi di medicine che hanno questo tipo di effetti collaterali. Quando  si tratta di una reazione allergica oppure di un difetto respiratorio come il setto deviato  il problema si può risolvere con un trattamento somministrato da un’ otorino. In genere entrambe queste condizioni causano un blocco respiratorio che quindi ci costringe a respirare dalla bocca . Il dottore potrebbe anche diagnosticare una condizione di apnea del sonno, che assieme allo sbavare profuso, porta anche a russare. Risulta quindi utile consultare uno specialista dei disturbi del sonno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*