Perchè studiare la storia medievale?

Guide

Perchè studiare la storia medievale?

Genericamente definito come il periodo tra la caduta dell’impero romano d’occidente e l’inizio del Rinascimento, il Medioevo è considerato un periodo di transizione tra il mondo antico e quello moderno. Gli storici studiano la storia medievale per comprendere questa transizione.

Significato

Le forme nascenti di diverse istituzioni che continuano a dare forma al nostro mondo hanno avuto origine nel Medioevo, incluse le prime università, i primi ospedali e persino le prime banche. Legalizzato dall’imperatore romano Costantino nel quarto secolo, il Cristianesimo si è diffuso in tutta l’Europa, diventando una forza unificante su un continente altrimenti diviso per cultura e politica.

Influenze

Le Crociate portarono gli europei a contatto con gli avanzamenti degli arabi nella matematica, nella scienza, l’ingegneria e l’architettura oltre alla conoscenza dell’antichità classica preservata dagli Arabi. Questa conoscenza diede forma alla Chiesa e fece nascere un interesse per l’arte, la filosofia e le scienze umane che caratterizzò il Rinascimento.

Letteratura

Alcune delle opere più importanti create nel Medioevo includono Beowulf, la Divina Commedia, la Canzone di Orlando, i Canterbury Tales, il Mio Cid e la Morte d’Arthur.

Queste opere ci fanno penetrare i pensieri e gli interessi della gente del medioevo, ma aiutano anche gli studiosi a capire lo sviluppo delle lingue moderne come l’inglese, l’italiano, il francese e lo spagnolo.

Politica

Importanti sviluppi politici ed economici nel medioevo includono la nascita dei governi centralizzati, lo sviluppo di economie basate sul denaro e i primi documenti che limitano l’autorità della monarchia come la Magna Carta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*