Perché Venezuela è in recessione COMMENTA  

Perché Venezuela è in recessione COMMENTA  

Venezuelan acting president Nicolás Maduro

La crisi economica iniziata tra il 2007 e 2009 ha piano piano conquistato varie nazioni europee e internazionali, arrivando anche in Venezuela. Qui la situazione è particolarmente grave, con carenze di alcuni prodotti di prima necessità con famiglie ridotte a fare lunghe fila davanti ai supermercati per non perdere i riferimenti saltuari.


A fine 2014 il paese ha probabilmente toccato il punto più basso di questa grave crisi, arrivando sino alla recessione più grave degli ultimi anni. La Banca centrale del Venezuela ha dichiarato che il PIL del paese nel terzo trimestre dell’anno è sceso del 2,3 per cento e ciò ha confermato la temuta recessione. Ciò ha comportato la perdita di due categorie per il rating del paese, attualmente declassato alla categoria CCC, con un rischio di default quasi certo.


Il tasso di inflazione è del 63,6 per cento, uno dei tassi più alti del continente sudamericani e tra i più alti al mondo e il tutto è stato reso ancora più grave dal calo del prezzo del petrolio, su  cui il Venezuela conta per circa il 95 per cento delle proprie esportazioni. Tutto questo ha portato grandi critiche sulla politica del presidente Nicolas Maduro, che ha sostituito Hugo Chávez, che non ha saputo mantenere le promesse di un futuro migliore fatte sopratutto ai giovani.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*