Perdita di memoria e obesità sono strettamente collegate

Salute

Perdita di memoria e obesità sono strettamente collegate


Lo studio, effettuato dalla Northwestern University di Chicago, ha avuto per oggetto 8745 donne tra i 65 e i 79 anni: la conclusione è che ogni passo in più sulla scala dell’obesità, vale un gradino in meno in quella della razionalità e della memoria. I ricercatori hanno preso in cosniderazione fattori come memoria, ragionamento astratto, scrittura, capacità di orientamento spaziale e temporale.
Ebbene, soprattutto nelle donne con forma “a pera”, ossia quelle con maggiore concentrazione di grasso sui fianchi, ad ogni punto in più del BMI, l’indice di massa corporea derivato dal rapporto peso-altezza, corrispondeva un punto in meno sulla scala del test psicologico di valutazione di memoria e capacità razionali. I medici stanno cercando di comprendere quali sono i grassi che possono possono contribuire in maniera maggiore alla formazione di placche associate a malattie degenerative del sistema nervoso come l’Alzheimer.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche