Pernat: seguirò solo De Angelis COMMENTA  

Pernat: seguirò solo De Angelis COMMENTA  

Per Carlo Pernat il 2011 è stato un anno emozionante ma anche davvero terribile. A cominciare dal ritiro dalle gare di Loris Capirossi fino alla tragica scomparsa di Marco Simoncelli. A fine campionato il manager genovese aveva dichiarato di volersi dedicare al solo Alex De Angelis per via del fortissimo legame affettivo. Non avrebbe avuto la forza e la necessaria dedizione di dedicarsi alla crescita di altri piloti. Ed Ecco aprirsi una nuova opportunità, la direzione sportiva del Team Ducati Pramac. La stima da parte di Paolo Campinoti è sempre stata grande e proseguire a lavorare nello stesso team in cui il “suo” Loris ha chiuso la carriera, è subito sembrata una grande opportunità per mettere la sua esperienza al servizio degli altri. Nelle ultime dichiarazioni alla stampa Carlo non si è risparmiato nelle critiche circa la situazione della moderna Motogp. Secondo Pernat infatti, la presenza delle CRT in griglia aumenterà solo il numero di moto iscritte ma di fatto assisteremo a due campionati distinti con buone probabilità di trovarci a fornteggiare situazioni di pericolo in pista, sia durante le prove che in gara. Inoltre, sempre secondo Carlo, la vertiginosa scoparsa di sponsors e la carenza di spettacolo in pista ( che quindi farà di tutto meno che attrarne di nuovi) faranno sicuramente rivedere al ribasso gli ingaggi dei piloti, anche dei top riders. Il tutto con buona pace del campionato della sorella-rivale Superbike dove lo spettacolo e l’impegno delle case aumenta anno dopo anno, al pari degli ingaggi dei piloti.

Leggi anche

About Andrea Rei 48 Articoli
I campioni non si fanno nelle palestre. I campioni si fanno con qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno, una visione. Devono avere l'abilità e la volontà. Ma la volontà deve essere più forte dell'abilità.
Contact:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*