Perquisite le sedi di alcune società di serie A e B, nuovo scandalo nel calcio COMMENTA  

Perquisite le sedi di alcune società di serie A e B, nuovo scandalo nel calcio COMMENTA  

La Guardia di Finanza ha effettuato delle perquisizioni presso le sedi di alcune società di calcio di serie A e B e presso la sede della Lega Calcio nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Milano sulla compravendita dei diritti televisivi.


Gli inquirenti, stando a quanto risulta al momento, ipotizzano i reati di turbativa d’asta, turbata libertà degli incanti e ostacolo all’attività degli organi di vigilanza concretizzatisi mediante operazioni finanziarie illecite finalizzate a modificare i bilanci interni di alcune società, ingannando in tale modo la Commissione per la Vigilanza e il Controllo delle Società Calcistiche (COVISOC).

I nomi trapelati sono finora quelli del Genoa e del Bari, i cui presidenti Enrico Preziosi e Gianluca Paparesta sono al momento indagati per ostacolo all’attività di vigilanza. “Il Genoa” ha commentato Preziosi “è una delle squadre perquisite, ma siamo tranquillissimi: i soldi (circa 15 milioni di euro, ndr) che servivano al nostro bilancio li ha messi l’azionista di riferimento, cioè io”.

500 mila euro è invece la cifra percepita dal Bari (sponsorizzazione della seconda maglia) e sulla quale si stanno concentrando le attenzioni dei pm, secondo i quali, nei meccanismi illeciti, sarebbe coinvolto anche il presidente della Lazio e componente del Consiglio Federale della FIGC Claudio Lotito, che è stato infatti anche lui indagato per ostacolo all’attività di vigilanza.


L’ipotesi degli inquirenti è che a consentire la sistemazione dei bilanci fosse la Infront di Marco Borgarelli, advisor della Lega Calcio nell’ambito dell’asta per l’assegnazione dei diritti TV (943 milioni di euro nel triennio 2015 – 2018), con l’appoggio della società di consulenza fiscale Tax and Finance (T&F), con sede a Lugano e guidata dal fiscalista Andrea Baroni, peraltro arrestato la scorsa settimana per vicende che nulla hanno a che fare con l’indagine della Procura di Milano.

Secondo l’attuale ricostruzione, le società di calcio ricorrevano ad un sistema di operazioni finanziarie che consentiva l’entrata a bilancio di cifre illecite, grazie alle quali i conti potevano essere sistemati e quindi superare l’esame della COVISOC.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Perquisite le sedi di alcune società di serie A e B, nuovo scandalo nel calcio | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*