Pescara-Sampdoria 1-0: le pagelle

Calcio

Pescara-Sampdoria 1-0: le pagelle

Pescara:

Anania 6: qualche incertezza nelle uscite alte, per il resto una serata tranquilla.

Zanon 6: la squadra attacca soprattutto a sinistra ma quando sale sa essere pericoloso.

Romagnoli 6.5: poco da fare, ma sfiora un clamoroso autogol.

M. Capuano 6.5: nessun problema dietro, bravo nel tenere alta la difesa, impeccabile nel fuorigioco.

Balzano 7: spinge con la stessa continuità di inizio stagione. Instancabile ala aggiunta, sempre preciso al cross.

Kone 6: la volontà e la corsa ci sono, ma si perde al momento decisivo.

Togni 6.5: buona partita da mezzala. Buon piede, senso della posizione ed un insospettato dinamismo.

Verratti 7: metodista vecchio stampo, non è un fulmine di guerra ma fa correre il pallone. Da scuola calcio l’assist-gol sul taglio di Sansovini.

Sansovini 6.5: poco ispirato e servito nel primo tempo, ma trasforma in oro l’unica vera palla-gol della partita.

Immobile 6.5: è un’imprendibile zanzara là davanti, cerca ed ottiene triangoli con Insigne ed è instancabile nel pressing su Palombo.

Dopo il gol si scatena negli spazi ma manca di lucidità sotto porta.

Insigne 6: in progresso rispetto alle ultime apparizioni, più dinamico e propositivo ma ancora troppo impreciso sotto rete.

Zeman 7: crisi e polemiche sono alle spalle. Quanti allenatori si possono permettere di non fare sostituzioni all’ultima partita prima della pausa natalizia dopo averne giocate venti in quattro mesi? La squadra c’è sotto tutti gli aspetti: corsa, gioco e concentrazione. Se passerà indenne l’inverno saranno guai per tutti.

Sampdoria:

Da Costa 6: nessuna colpa sui gol, nel finale evita il tracollo su Immobile.

Rispoli 5: dalla sua parte Balzano ara il campo, lui gli concede troppo spazio ma è quasi sempre attento a non farsi saltare. Non pervenuto in fase di spinta.

Volta 5.5: chiamato ai continui raddoppi su Balzano ed Insigne, legnoso ma nessun grave errore.

Rossini 5: il movimento di Immobile gli fa trascorrere una serata difficile ma l’errore fatale lo commette su Sansovini facendosi trovare fuori posizione sul taglio dell’attaccante.

Castellini 5: Zanon non spinge come al solito ma lui non sfrutta la libertà.

Come al solito timido ed impacciato.

Dessena 4.5: letteralmente spazzato via dalla catena di sinistra pescarese, mai in partita neppure nella sua ultima in maglia blucerchiata. (Koman 6: almeno ci mette cuore e corsa).

Palombo 4: Immobile lo pressa implacabilmente in prima battuta. Lui c’aggiunge molta imprecisione nei passaggi e finisce sostituito. Amaro passo d’addio. (Obiang 5.5: più dinamismo ma stessa confusione del capitano).

Soriano 4.5: preferito ad Obiang per la sua capacità di inserirsi, trascorre un’ora ed un quarto da spettatore di fronte al dinamismo del centrocampo avversario. (Fornaroli: sv).

Foggia 5.5: costretto quasi a fare da terzino su Balzano (invece del contrario), non si accende mai nel primo tempo, prova ad inventare qualcosa in avvio di ripresa ma senza incidere. Finisce da trequartista.

Piovaccari 5.5: buono il movimento sul fronte d’attacco a scambiarsi con Bertani, ma è isolatissimo per un tempo e caotico dopo lo svantaggio.

Bertani 4.5: ci sarebbero gli spazi per azionarlo in contropiede ma la squadra è troppo rintanata, e lui fa poco per procacciarsi palloni giocabili.

Non si sveglia dal torpore neppure al centro dell’attacco.

Iachini 4: il primo mese di Samp è stato un disastro. Se possibile la squadra gioca ancora peggio rispetto alla gestione precedente. La paura che attanaglia i giocatori è la stessa, in più si vede una preoccupante assenza di schemi e cuore. Ora il mercato stravolgerà l’organico ma già contro il Varese non potrà sbagliare.

Arbitro:

Ostinelli 6: sempre vicino all’azione, legge bene i pochi episodi controversi di una partita priva di difficoltà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche