Petizione per abolire canone Rai: sì del Parlamento Europeo COMMENTA  

Petizione per abolire canone Rai: sì del Parlamento Europeo COMMENTA  

Migliaia di cittadini italiani hanno firmato la petizione per chiedere l’abolizione del canone Rai: la richiesta è stata promossa dall’europarlamentare leghista Mara Bizzotto e dal Clirt (Comitato per la Libera Informazione Radio Televisiva). Sottoposta al vaglio del Parlamento Europeo, la petizione è risultata pienamente valida, e quindi ammissibile. Per la promotrice Bizzotto si tratta di una vittoria dalla portata storica, meno entusiasta è invece la reazione del  Direttore Generale della Rai, Luigi Gubitosi.

Leggi anche: Crisi economica: in aumento i senza tetto in Italia


Nella petizione, depositata il 7 Dicembre 2012, oltre all’abolizione del canone Rai, si richiede l’apertura di una procedura di infrazione comunitaria per l’Italia, poiché il nostro Paese ha violato il principio di libera concorrenza.

Leggi anche: Incassi al botteghino: il 2015 è l’anno della ripresa per Cinema e Teatro

Il dg della Rai Gubitosi risponde a tono: “Il canone esiste in tutti i Paesi occidentali, va pagato, è grave che qualcuno inviti a non farlo.

Ma noi dobbiamo garantire qualità”.

Leggi anche

esplosione-treno-merci
Esteri

Treno carico di gas deraglia ed esplode, 5 morti e molti feriti

Disastro ferroviario nel nord est della Bulgaria, dove un treno merci carico di propano-butano, è deragliato ed esploso distruggendo almeno una ventina di edifici. Un incidente gravissimo, avvenuto nei pressi del villaggio di Hitrino, che ha provocato la morte di almeno cinque persone anche se il bilancio è ancor aprovvisorio. I medica locali hanno ricostruito la dinamica dell'incidente: il treno sarebbe uscito dai binari e questo avrebbe provocato la violentissima esplosione, che ha a sua volta causato il crollo di diversi edifici. Le persone decedute sarebbero state sepolte dalle macerie e vi sarebbero anche 25 feriti, alcuni dei quali in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*