Piacenza: tutto rinviato al 30 settembre - Notizie.it

Piacenza: tutto rinviato al 30 settembre

Serie Minori

Piacenza: tutto rinviato al 30 settembre

Tra contatti Skype e videoconferenze non si può certo negare che il nuovo corso del Piacenza sia già nel futuro. Ora, però, servono le firme perchè lo stato dell’arte in Via Gorra è sempre sfuggente, delicato e quasi misterioso. La verità è che ci si sta avvicinando a grandi passi alla dead line del 30 settembre, giorno in cui tutte le trattative per il passaggio di proprietà dovranno essere concluse. In un senso o nell’altro.

I passi avanti rispetto alle prime, incertissime settimane di luglio sono comunque evidenti. Se non altro perchè qualche nome è venuto alla luce: il riferimento è ovviamente a Stefano Massacci, amministratore unico di Ladbroke Development. Dopo il sorprendente contatto con i tifosi su un forum, in cui una settimana fa ha rassicurato tutti confermando che la trattativa sia ormai in dirittura d’arrivo, è arrivato anche il sospirato contatto con la coppia Garilli-Riccardi, indispensabile per chiudere l’accordo entro quel fatidico 30 settembre.

Massacci e Garilli si sono contattati in videoconferenza, e l’esito del confronto può dirsi sostanzialmente buono.

Certo le firme non sono ancora arrivate, ma in pochi si erano illusi, ma quantomeno traspare la buona volontà, e soprattutto la trasparenza delle operazioni. La situazione infatti è abbastanza chiara: dopo aver fissato alle 12 di martedì 20 il termine ultimo per la definitiva valutazione dell’offerta da parte di Garilli, Massacci ha brillato per fair play rimandando tutto al 30 settembre. Perchè? Per concedere la precedenza ad un’altra cordata, quella con cui l’attuale proprietà aveva firmato un precontratto, ovvero quella della Coesi e degli altri “misteriosi” imprenditori. Solo nel caso in cui la prima trattativa saltasse Massacci rientrerà in gioco.

Tra otto giorni quindi tutto sarà definitivamente chiaro, nella speranza che pure la squadra, letteralmente fantasma contro Trapani e Spezia, possa ritrovare la necessaria tranquillià, oltre che le attese pedine di mercato: il piano di rilancio del Piace di Massacci è già tracciato, ma potrebbe non realizzarsi se Garilli sceglierà l’altra strada.

Che però dovrà essere ugualmente affidabile. Perchè una cosa è certa: i tifosi tifano per Massacci.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche