Pianeta X in collisione con la Terra: previsti terremoti e tsunami entro agosto

Pianeta X in collisione con la Terra: previsti terremoti e tsunami entro agosto

Curiosità

Pianeta X in collisione con la Terra: previsti terremoti e tsunami entro agosto

Il nostro pianeta
La Terra

Un ricercatore irlandese di nome David Meade lancia l’allarme su un Pianeta X che rischia di entrare in rotta di collisione con la Terra, causando terremoti e tsunami ad agosto.

Si prevede che il prossimo agosto un pianeta sconosciuto di un altro sistema solare colpirà la Terra causando devastanti terremoti e tsunami con il loro carico di vittime e danni.

Ad annunciarlo sul periodico britannico The Sun è stato il ricercatore irlandese David Meade, autore del libro “Planet X: The 2017 Arrival”. Lo studioso ha parlato dell’arrivo tra pochi mesi di una decina di terremoti con una magnitudo oltre ai 9 gradi della scala Richter, che causerebbero minimo il 50% dei decessi in tutto il mondo. Il pericolo – spiega l’esperto – dipende dal cambiamento climatico dovuto al collegamento elettromagnetico plasmatico esistente tra i pianeti. Un pericolo di cui abbiamo già avuto un Pianeta X in collisione con la Terra: previsti terremoti e tsunami entro agosto“assaggio” con i recenti terremoti e il risveglio di vulcani, fenomeni dei quali anche noi in Italia purtroppo sappiamo qualcosa.

Il professor Meade ha fatto sapere che finora non c’è stata nessun’allerta del disastro imminente. Vista l’inclinazione terrestre, il Pianeta X – chiamato anche Decimo Pianeta o Nibiru dal ricercatore statunitense Zecharia Sitchin, non è facilmente visibile e si è taciuto ovviamente anche per non scatenare il panico nella popolazione mondiale. Eppure ora Meade esorta a correre ai ripari il più presto possibile.

Forse tra i pochi che conoscono l’esistenza del pericoloso pianeta in arrivo vi è il presidente americano Donald Trump che nel suo discorso d’insediamento ha annunciato che “scopriremo i misteri dello spazio profondo”. Lo ha confermato anche la NASA nel marzo scorso, ma prima di credere all’imminente arrivo dell’Apocalisse, è meglio attendere il parere anche di altri studiosi.

La “storia” del Pianeta X

Il Pianeta X ha alle spalle una storia interessante. Il già citato ricercatore Zecharia Sitchin sosteneva la cosiddetta “teoria degli antichi astronauti” e, in particolare, riteneva curiosamente e senza il supporto di prove scientifiche che la creazione della cultura dell’antico popolo dei Sumeri sia avvenuta grazie ad una razza aliena, chiamata Elohim in ebraico o Anunnaki in lingua sumera, proveniente proprio dal Pianeta X.

Dalla sua collisione con un altro pianeta, chiamato Tiamat dai Sumeri e Marduk dai Babilonesi, avrebbe avuto origine la Terra, come narrato dal poema epico sumero/babilinese Enuma Elish.

La Terra sarebbe stata poi spinta nella sua attuale orbita da altri fenomeni che coinvolsero il Pianeta X e la fascia degli asteroidi.

Il Pianeta 9

dimensioni-pianeta-noveDell’esistenza di nuovi pianeti si era parlato anche all’inizio del 2016: si era ipotizzata quella di un Pianeta 9, grande dieci volte la Terra, il quale potrebbe determinare l’inclinazione del nostro sistema solare fino a 6 gradi. In passato, il misterioso pianeta sarebbe entrato in rotta di collisione con un altro o con un altro oggetto dello spazio, portando forse alla formazione dei famosi asteroidi, i quali a loro volta hanno determinato l’orbita ellittica del mondo. Ancora oggi la maggior concentrazione degli astronomi è rivolta al Planet 9, ma certo, dato che la prospettiva è così spaventosa per la Terra e per l’umanità che la abita, sarebbe opportuno che più ricerche riguardassero il Planet X, per continuare ad usare il termine inglese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche