Piante che mangiano zanzare COMMENTA  

Piante che mangiano zanzare COMMENTA  

La maggior parte delle piante si basano sulla fotosintesi per il cibo. Le piante carnivore utilizzano gli insetti per fornire proteine ​​e altre sostanze nutritive. Purtroppo, queste piante non sono il modo più efficace per controllare le zanzare. La maggior parte utilizza gli zuccheri per attirare gli insetti e le zanzare sono attratte da sangue e calore. Tuttavia, alcune piante carnivore sono i migliori mangiatori di zanzare.

Utricularia
Le utricularie sono piante acquatiche che crescono in tutto il mondo tranne che in Antartide. Questa pianta galleggia sull’acqua e cattura la preda attraverso la sua trappola ad aspirazione. La vescica rimane aperta fino a larve di zanzara galleggia da e fa scattare la vescica per chiudere. Quando la preda tocca i peli della trappola, si apre e risucchia la preda. Una volta che la trappola è piena di acqua la porta si richiude. Il loro meccanismo di cattura li rende uno dei migliori per la cattura di piccoli insetti come le zanzare.


Pinguicula
Le pinguicole crescono in tutti i continenti tranne l’Australia. Hanno foglie succulente con piccole ghiandole nella parte superiore che secernono un liquido denso. L’effetto bagnato è invitante per le zanzare, che tendono ad essere attratte da zone umide. La zanzara rimane incastrata nel liquido. L’impianto viene attivato per rilasciare più liquido appiccicoso quando la zanzara lotta. Alla fine la zanzara è intrappolata e digerita.


Drosera
Le numerose specie di Drosera crescono in zone umide di tutto il mondo ad eccezione dell’Antartide. La drosera intrappola le zanzare utilizzando una strategia simile alle pinguicole.

L'articolo prosegue subito dopo

Tuttavia, la maggior parte delle drosere non solo intrappolano le loro vittime nel liquido, ma chiude la foglia intorno all’insetto.

Leggi anche

LED
Guide

Lampadine LED: perché comprarle

Tutti i vantaggi derivati dall'installazione di lampadine LED in luogo dell'illuminazione tradizionale. Il termine LED è nient'altro che l'acronimo di Light-Emitting Diodes, e rappresenta una specifica tecnologia di illuminazione, particolarmente innestata in quella scienza relativamente Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*