Piantine da orto

Al momento di scegliere quali tipi di piante crescere nel vostro orto, vedere che tipi di verdure la vostra famiglia mangia di più, quindi consultare un vivaio locale per sapere cosa cresce bene nella vostra regione.

Leggi anche: Come mangiare bio senza sprechi

Le piante a foglia verde
Le piante a foglia verde, come suggerisce la loro categoria, hanno un fogliame frondoso, tipicamente in varie tonalità di verde – anche se ci sono eccezioni, come la lattuga rossa. Le piantine da orto comprendono lattuga, indivia, spinaci, bietole, cavoli, cavolo, cavolini di Bruxelles e carciofi. La quantità di verdure a foglia verde si pianta dipende dalla frequenza con cui la vostra famiglia la mangia.

Leggi anche: Come far crescere le melanzane bianche in città orto


Piante da Frutto
Buone scelte per un orto comprendono zucca, pomodori, fagioli e legumi o peperoni. Il numero di piante è molto variabile, da 10 a 15 piante di pomodoro.


Radici
Possono essere dolci o salate e sono patate, patate dolci, carote, rape, aglio, porri, ravanelli e cipolle.

Piante perenni
L’asparago è uno dei più tipici.

L'articolo prosegue subito dopo

Rabarbaro e rafano sono anche verdure perenni. Asparagi e rabarbaro sono considerate fresche verdure di stagione e dovrebbero essere piantate più presto possibile in primavera, dopo che la minaccia di gelate è passata.

Leggi anche

abbronzatura
Guide

Come mantenere l’abbronzatura a lungo

Chi non vuol avere un colorito sano e luminoso durante tutto l'anno? Ecco alcuni consigli per mantenere l'abbronzatura senza usare la lampada. E' ufficiale, è arrivato l'autunno. Secondo gli esperti, proprio dal venerdì avremo meno ore di luce e di conseguenza meno ore di sole. Così la nostra abbronzatura estiva man mano andrà via. La melanina, il pigmento che colora la nostra pelle, produce i melanociti che si trovano nella pelle. Questi melanociti si attivano con il sole e donano alla pelle la caratteristica abbronzatura, che senza luce del solo, andrà via progressivamente. Vediamo insieme cosa si può fare per evitare [...]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*