Piattaforme galleggianti: ecco il futuro dell’eolico

Ambiente

Piattaforme galleggianti: ecco il futuro dell’eolico

Esistono vaste aree oceaniche in cui le condizioni atmosferiche creano forti correnti di vento: perchè non sfruttarle per l’energia eolica off shore?

È questo ciò che deve aver pensato chi ha dato il via alla sperimentazione in Portogallo di una turbina eolica ancorata a una piattaforma triangolare galleggiante, che permette di sfruttare venti forti e stabili e di seguirne con facilità i cambiamenti direzionali.

Il nuovissimo impianto, Wind Float, è frutto del lavoro dell’azienda danese, Vestas, che ha costruito la turbina da 2 MegaWatt e della tecnologia statunitense della Principle Power che ha sviluppato il supporto triangolare resistente a onde e vento, che sostiene la turbina.

La turbina è già stata posizionata al largo delle coste di Aguçadoura e resterà per un anno di test. Se funzionerà potrebbe essere uno dei primissimi prototipi degli impianti eolici del futuro in quanto, rispetto agli attuali, meno costosi e più efficienti, in grado di raggiungere aree con fondali profondi e ricche di vento.

”Questa tecnologia – spiega il presidente di Principle Power Alla Weinstein – ci fa fare un salto pari a quello fatto dall’industria petrolifera negli anni ’70, quando sono state introdotte le piattaforme galleggianti”.



Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche