“Piemonte con gusto”, concorso letterario-fotografico COMMENTA  

“Piemonte con gusto”, concorso letterario-fotografico COMMENTA  

Novara – Aveva già fatto parlare di sé il concorso letterario-fotografico “Piemonte con gusto”; evento molto sentito, in Piemonte, per i chiari riferimenti alla propria regione e per quel magico connubio tra lettere e immagini che lo ha contraddistinto così meravigliosamente. La nuova edizione è stata ufficializzata giovedì 9 febbraio 2012 nella Sala Polivalente di Fontaneto d’Agogna.

Leggi anche: Recensione libro “Ma tu balli salsa?!?”


Le novità

Oltre alla consueta sezione letterario-fotografica, questa nuova edizione – la seconda – del premio potrà vantare la presenza di una sezione riservata esclusivamente alla fotografia e denominata “Facce in Piemonte”, con l’intento di ritrarre volti nei vari momenti della giornata, e una culinaria – aperta esclusivamente alle Pro Loco piemontesi – alla quale sarà possibile aderire inviando una ricetta tipica della tradizione del Piemonte. Non si dimentichi infne che, quest’anno, la premiazione ufficiale avrà luogo presso il comune di Fontaneto d’Agogna, nel mese di giugno, durante la rassegna enogastronomica FontanetoArteSapori.

Leggi anche: Intervista a Federico Russo, autore di “Marmellata #21”


Come partecipare

Il concorso “Piemonte con gusto” è aperto a tutti. Per partecipare sarà sufficiente seguire le indicazioni del bando – consultabile tramite il sito web www.piemontecongusto.myblog.it – e inviare il materiale all’indirizzo di posta elettronica piemontecongusto@virgilio.it, oppure ordinaria a: “Premio Piemonte con gusto” c/o Comune di Fontaneto d’Agogna, Piazza della Vittoria – 28010 Fontaneto d’Agogna (NO). Tra i premi, il soggiorno per due persone in località caratteristiche della tradizione piemontese.


Filippo Munaro

Leggi anche

babbo-natale
Cultura

Babbo Natale esiste o no

Ci sono ancora bambini che credono a Babbo Natale e attendono con ansia di ricevere i suoi doni a Natale. Ma quanto c'è di reale in questo personaggio? La maggior parte dei genitori si sente rivolgere la fatidica domanda “Babbo Natale esiste o no?” dai propri figli appena riescono a percepire la realtà distinguendola dalla fantasia. Per alcuni questo momento arriva presto (fra i 3 e i 9 anni), per altri si prolunga un po’. Una cosa è certa: nell’immaginario collettivo dei più piccoli il personaggio di Babbo Natale ha persino soppiantato Gesù Bambino. Per i bimbi in tenera età Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*