Piemonte e Barbera

Vini

Piemonte e Barbera

Il vitigno Barbera è il più diffuso di tutto il Piemonte e trova il suo epicentro nella zona del Monferrato, di cui rappresenta più della metà della produzione attuale di vino. Come vuole la tradizione, il vino viene indicato al femminile, “la”, mentre l’articolo maschile si utilizza per indicare il vitigno; vino inizialmementre da pasto, venne riconosciuto Doc nel 1970 e negli ultimi anni ha raggiunto il traguardo della Docg per la Barbera d’Asti e per la Barbera del Monferrato Superiore.
Non c’è infatti una sola Barbera, i vini prodotti infatti, in base al territorio da cui provengono, hanno caratteristiche a volte molto diverse fra di loro. La Barbera d’Asti è quella più diffusa e prodotta in grandi quantità, solitamente ha caratteristiche di morbidezza, discreta struttura e bassa acidità. La Barbera d’Alba invece, a seconda che venga coltivata alla sinistra o alla destra del fiume Tanaro, può risultare fine e da bere subito, oppure più austera e più longeva, comunque è più austera della versione astigiana, anche per il possibile apporto di Nebbiolo in uvaggio (15% massimo), che va ad aumentarne la struttura.

La Barbera del Monferrato è in genere quella delle tre meno pregiata e di pronta beva.

La Barbera è prodotta inoltre, in maniera significativa, anche nelle Doc Colline Novaresi, Canavese, Pinerolese, Collina Torinese, Colli Tortonesi, Rubino di Cantavenna e Gabiano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche