Pillola abortiva: dove prenderla e come funziona COMMENTA  

Pillola abortiva: dove prenderla e come funziona COMMENTA  

abortiva

La pillola abortiva, nota anche come Ru486, è ormai anche in Italia un’alterativa all’aborto chirurgico.Come funzione nel dettaglio e dove si può prenderla?

Dopo molte polemiche la pillola abortiva, conosciuta anche come Ru486, è disponibile anche in Italia dal 2009. È una soluzione alternativa all’operazione chirurgica e può essere utilizzata solo per interrompere la gravidanza entro e non oltre la settima settimana dall’inizio della gestazione. Bisogna precisare che la pillola in questione non è un contraccettivo ma un abortivo e rientra nella legge 104 che disciplina l’interruzione volontaria di gravidanza.


Come funziona. In realtà la pillola è composta di due compresse: la prima contiene mifepristone e serve a rendere efficace l’azione della seconda compressa. La seconda pillola contiene prostaglandina e va assunta due giorni dopo la prima.

È proprio la prostaglandina a provocare l’espulsione del feto entro poche ore dalla somministrazione. In qualche caso l’espulsione del materiale abortivo può versificarsi anche dopo l’assunzione della prima compressa.

È tuttavia importante assumere anche la seconda pillola per aumentare l’efficacia dell’azione. L’espulsione avviene mediante sanguinamento, quindi è come se si avesse una sorta di ciclo mestruale.

L'articolo prosegue subito dopo

Rispetto agli altri metodi, l’aborto con la Ru486 non richiede né anestesia né intervento chirurgico e risulta quindi meno invasiva. Inoltre, se usata nel modo giusto, ha un’efficacia del 95%.

Dove prenderla. La pillola è disponibile solo negli ospedali, anche se ancora non in tutti a causa dei pareri discordanti al riguardo. In Italia, a differenze dei altri Paesi, la pillola abortiva è esclusivamente erogabile dagli ospedali ed è accompagnata dal ricovero ordinario. Questo finché non si verifica la completa espulsione. Proprio perché l’introduzione della pillola in Italia ha provocato accese discussioni, non è possibile acquistarla privatamente nelle farmacie. Bisogna inoltre rimanere sotto osservazione medica fino alla conclusione dell’aborto. In ogni caso il medico può sempre fare ricorso all’obiezione di coscienza e rifiutarsi di somministrare il farmaco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*