Pinne per immersioni: le migliori marche e modelli

Shopping

Pinne per immersioni: le migliori marche e modelli

Con l’arrivo della bella stagione gli amanti delle immersioni subacquee devono ricorrere all’acquisto degli indumenti adatti a questa attività. Arriva in aiuto un elenco delle pinne per immersioni disponibili on line a buon prezzo.

Siamo praticamente in estate e la meta più gettonata per le vacanze resta come ogni anno il mare. Turisti che trascorrono qualche settimana in rinomate località balneari o semplici villeggianti toccata e fuga che desiderano rilassarsi ed abbronzarsi tra una pausa di lavoro e l’altra.

Relax, ma non solo. Per chi è in vacanza l’unico desiderio è quello di staccare la spina e godersi ogni attimo di pace e quiete. Ricaricare le pile e distendere la mente dopo un’annata di fatiche e responsabilità spesso è ciò di cui tutti avremmo un po’ bisogno. Ci sono però alcuni avventurieri, in costante crescita, che associano questi momenti di break come una possibilità per scoprire nuove realtà e mettere in gioco il proprio spirito di conoscenza, andando alla scoperta di quello che è visibile soltanto in apparenza, ovvero ciò che si cela sotto il nostro mare.

Immersioni subacquee, perchè?

La risposta è semplice, il mare.

Conosciamo soltanto la parte superficiale di questa enorme distesa d’acqua che circonda le nostre coste. Possiamo osservarne il contrasto con la terraferma e l’apparenza esterna, seppur sia essa meravigliosa. Il suo vero contenuto è sconosciuto ai nostri occhi. Soltanto tramite documentari scientifici possiamo averne una certa idea. Quindi sarebbe auspicabile approfittare delle vacanze estive per attenuare questa ignoranza ed imbattersi in un mondo nuovo, pieno di creature splendide e paesaggi eccezionali. Esistono infatti numerose specie di animali e vegetali marini che meritano di essere osservate.

Bello,ma con sicurezza. Immergersi nei fondali marini è un’esperienza straordinaria ma è necessario tener conto di alcuni accorgimenti. Primo tra tutti la responsabilità. Infatti è fondamentale seguire qualche lezione con un insegnante specializzato, e poter acquisire entro poche sedute un attestato per le immersioni subacquee. I rischi non sono alti, ma è necessario prestare molta attenzione essendo in un ambiente diverso dal nostro, con una diversa gravità e capacità di movimento.

Dopo aver affrontato questo addestramento con un sub esperto avremo gli accorgimenti necessari per eseguire un’immersione non troppa profonda e con rischi limitati.

Gli “attrezzi del mestiere”. Sia per i novelli aspiranti sub che quelli con più esperienza è opportuno munirsi di una vestizione e di strumentazione adatta per effettuare questa attività. Mascherina, bombola per respirare, torcia, muta e soprattutto ciò che consente un corretto movimento, ovvero le pinne per immersioni.

Pinne per immersioni, a che servono?

Esse non sono altro che delle calzature che facilitano il movimento che avviene durante lo spostamento sott’acqua. Il moto in questo habitat è reso più difficoltoso dal fatto che, a differenza dell’aria, ha una densità nettamente maggiore.

Questo prodotto è nato da un’idea partorita dalla mente dell’inventore statunitense Benjamin Franklin, il quale ha inserito sotto la pianta del piede due tavole di legno affusolate per muoversi meglio all’interno di un fiume.

Tra i materiali più comuni con i quali sono prodotte vi sono la gomma, la plastica e la fibra di carbonio. Questo tipo di materiale viene utilizzato nella lavorazione dei costumi indossati dagli atleti del nuoto in quanto garantisce un maggiore movimento in contrasto con l’acqua.

Essa è composta in due sezioni:

  1. Pala, situata nella parte frontale, in quella d’appoggio, con una forma piatta che aumenta sensibilmente la spinta prodotta dal movimento del piede.

    Questa forma allungata e sottile garantisce a distribuire conformemente la forza prodotta dal movimento. Si tratta di un materiale delicato e di facile consumo. Per questo motivo è possibile sostituirla nel caso in cui essa è attaccata alla scarpetta tramite viti; in alcuni casi è un tutt’uno con essa.

  2. Scarpetta, ovvero la sezione in superficie nella quale si inserisce il piede. Essa può essere chiusa o aperta; in quest ultimo caso il tallone rimane scoperto ed è attaccata tramite una cinghia regolabile. E’ la soluzione preferita dai sub. In base alla profondità cambia la condizione climatica e pertanto essi necessitano di calzari sempre diversi, indossabili soltanto con questo tipo di pinna. Attorno ad essa sono presenti dei fori necessari per scongiurare la formazione di bolle d’aria.

Modelli

Vi sono verse tipologie di pinne per immersioni utilizzabili riguardo il loro impiego. Esse sono: pinne da apnea, da ara e snorkeling

  • Pinne da apnea. Ottime per un utilizzo blando, semplice e senza sforzi eccessivi, costruite comunemente in grafite o fibra di carbonio.

    La loro forma allungata, insieme alla pala rigida, permette di ottenere il massimo movimento dall’azione delle gambe con un moto lento ma costante. Adatte per la pesca subacquea.

  • Pinne da ara. Si tratta di un prodotto concepito per un uso più intenso, maggiore e duraturo, adatto ai sub e gli amanti delle immersioni. Hanno una forma più corta in verticale e larga in orizzontale rispetto a quelle elencate in precedenza e sono dotate di una scarpetta aperta. Favoriscono pinnate ripetute e più sciolte grazie anche alla pala morbida. Materiali in gomma o plastica.
  • Pinne da snorkeling. Rappresentano un incrocio tra le due elencate qui sopra. Sono ideate per nuotare pochi centimetri sotto il livello dell’acqua(appunto snorkeling), con una pale leggermente dura, scarpetta chiuse e forma stretta e allungata.

Elenchiamo 10 pinne per immersioni, 5 da apnea/snorkeling e 5 da ara acquistabili ad un prezzo conveniente sul sito di Amazon.

Cressi frog plus Ebs, 57,95€

Pinna per immersioni realizzata in elastomeri per garantire comfort e facilità di utilizzo.

L’ebs permette di ottenere il massimo dalla pinnata con uno sforzo minore.

Cressi Frog, 48,70€

Pinna categoria ara in plastica, con colorazione nera . Taglie dalla XS alla XL.

Seac Talent 49,95€

Pinna da apnea con pala lunga e stretta in elastomero termoplastico.

Seac Shout 53,95€

Colore camouflage per questo articolo di piacevole fattura dal materiale in gomma.

Cressi Gara Professional /ara 69,92

Per un utilizzo più intenso con una pinnata più delicata e confortevole, ideale per i percorsi più lunghi.

Cressi Gara Professional /apnea 59,55€

Pinna per apnea in plastica per profonde immersioni. Realizzata in polipropilene leggero che sfrutta la carica acquisita nel momento di minor sforo per rilasciarla al compimento del movimento.

Cressi Pluma 21,95€

Pinna da snorkeling, ideale per un utilizzo blando e senza troppe esigenze.

Lixada whale 28,99€

Ideali per nuoto e piscina. Colori: blu, giallo, nero, rosso.

Mares Avanti 3 39,90€

Colorazione gialla e nera per questa pinna da apnea.

Cressi Palau 20,95€

Realizzata con materiale leggero e calzabile con facilità. Colorazioni disponibili: azzurro, gialla, rosa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Scarpe Vans
Style

I modelli di Scarpe Vans da Uomo: quale scegliere

21 luglio 2017 di Lorenzo Cagnazzo

Andiamo a vedere i vari modelli di scarpe da uomo della Vans, davvero molto utilizzate dal pubblico giovane soprattutto per la loro fantasia di colori e modelli davvero all’avanguardia. Infatti nel seguente articolo vi elenchiamo i principali modelli in commercio ed il loro prezzo di vendita.