Pisa, è polemica per il concerto delle Campane di venerdì santo

Attualità

Pisa, è polemica per il concerto delle Campane di venerdì santo

pisa ragazzo morto
pisa ragazzo morto

A Pisa per festeggiare il ‘capodanno’ il 25 marzo, ma quest’anno coincide col Venerdì Santo

Tra il silenzio e la festa, si è scelta la festa

CAPODANNO PISANO – Il cosiddetto calendario pisano, o stile dell’Incarnazione al modo pisano era un particolare tipo di calendario in uso a Pisa e in altre zone dell’attuale Toscana fino alla metà del XVIII secolo, quando fu abolito dai regnanti di allora per farlo coincidere col calendario tradizionale. Secondo il calendario pisano, l’anno iniziava il giorno 25 marzo (festa dell’annunciazione della Vergine Maria secondo il calendario liturgico), anticipando quindi di nove mesi e sette giorni l’inizio rispetto allo “stile moderno” o “stile della Circoncisione”, ancor oggi in uso, che indica il giorno 1º gennaio come primo giorno dell’anno. La tradizione del calendario pisano, almeno come celebrazione del capodanno, è stata ripresa a metà degli anni ’80 del secolo scorso e il capodanno pisano, nella data del 25 marzo è diventata per la città una festa sempre più importante.

FESTEGGIAMENTI COINCIDENTI – Caso ha voluto però che quest’anno il capodanno pisano coincidesse col Venerdì Santo, tradizionale giorno di silenzio liturgico in attesa della Santa Pasqua e che Pisa si sia quindi trovata di fronte a due opposte tradizioni.

Il comune ha deciso di scegliere la festa, e lo ha fatto nel modo più solenne, con un concerto di campane organizzato da maestri campanari di Monghidoro, nel bolognese, che quindi spezza completamente il silenzio delle campane imposto dalla chiesa in occasione del ricordo della passione di Nostro Signore Gesù. Il concerto si è inserito in un più ricco programma di festeggiamenti dove invece sono stati rimandati appunto alla domenica di Pasqua i fuochi pirotecnici e diversi spettacoli previsti nel Venerdì Santo. Un compromesso, però, che non è piaciuto alle forze di opposizione politica della città che hanno rilasciato comunicati stampa su diversi organi ufficiali della cittadina toscana

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 706 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+