Il pittore Glauco Dimini lascia la propria eredità a Silvio BerlusconiCOMMENTA

Silvio_Berlusconi_di_Elena_Torre

Si è appreso solo in questi giorni che Glauco Dimini, un pittore di Trieste, scomparso due anni fa, ha deciso di lasciare la propria eredità al suo beniamino di una vita, vale a dire l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. L’uomo ha deciso di lasciare al leader di Forza Italia, una casa e il proprio atelier, oltre ad un appartamento al secondo piano di via Berlam 27 in zona signorile con terrazzo e vista mare. L’uomo, nelle sue estreme volontà prima di morire, ha voluto testimoniare la propria stima verso il Cavaliere Berlusconi, lasciandogli anche l’atelier in zona Viale XX Settembre dove lo stesso Dimini,  in vita, dava origine alle sue creazioni molto apprezzate dagli intenditori.


Dimini, come riporta il quotidiano locale, ha sempre sostenuto a distanza l’operato di Berlusconi per il quale nutriva un’ammirazione profonda. Il pittore, in passato aveva inviato presso la villa di Arcore alcuni omaggi così come al principe Emanuele Filiberto. Ma per Berlusconi, la propria stima si è spinta oltre logni possibile immaginazione, inducendolo a lasciargli, chiavi in mano, l’appartamento e l’atelier.

Glauco Dimini è ricordato dalle persone che lo hanno conosciuto, come un uomo mite, sensibile, appassionato d’arte e soprattutto grande ammiratore di Silvio Berlusconi: ‘Era una persona a modo, gentile e sempre cordiale – ricorda Andrea Nobilio, appartenente alla società immobiliare che gestiva l’appartamento di via Berlam lasciato in eredità -.

Leggi anche: Corea Nord: 2 nuovi test missilistici. Protesta formale Giappone, condanna Usa

Quando veniva da noi era sempre prodigo di piccole attenzioni per tutti, segretarie comprese, lasciandoci piccoli omaggi delle sue varie composizioni artistiche’.

Commenta per primo "Il pittore Glauco Dimini lascia la propria eredità a Silvio Berlusconi"

Commenta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato

*