Plastica dipendente, trans fa 200 operazioni e non cammina più

Esteri

Plastica dipendente, trans fa 200 operazioni e non cammina più

000

Voleva diventare esteticamente perfetta ma l’esigenza si è trasformata in un’ossessione dalle conseguenze terribili. E’ la storia di Monique Allen, un transessuale che dall’età di 22 anni, quando ha deciso di cambiare sesso, ha cominciato a sottoporsi ininterrottamente ad operazioni di chirurgia plastica; una dipendenza dal bisturi che ha portato la donna ha fare ben 200 operazioni, al punto da non poter più camminare. Nelle gambe di Monique infatti, sono stati inseriti complessivamente 12 litri di silicone che l’hanno resa paralitica. Il trans si è sottoposto a 20 operazioni al naso e 12 al seno, solo per citarne alcune; seguite da aumento glutei, operazioni all’anca, labbra al collagene e liposcultura. Ha speso in tutto ben 200mila dollari. Al Daily Mail la donna ha spiegato: “Il mio primo intervento lo ha pagato la mia mamma. Così è iniziata la mia nuova vita come Monique”. E ha poi parlato dei suoi problemi alle gambe: “ho iniettato silicone che è filtrato negli arti inferiori e ora non riesco a camminare”. Nonostante questo deficit, la donna ha spiegato di sentirsi bene e di continuare ad iniettarsi botox.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche