PLAY WITH FOOD – La scena del cibo

Cultura

PLAY WITH FOOD – La scena del cibo

Giunge alla quarta edizione Play with Food – Lascena del cibo, il primo festival di arti visive e performative interamente dedicato al cibo, ideato e curato dai Cuochivolanti e dall’Associazione CuochiLab. Il programma della nuova edizione – che si svolgerà a Torino dal 20 al 24
marzo 2013
– include, tra gli altri, progetti selezionati attraverso quattro bandi d’idee rivolti ad artisti, videomaker, fotografi, teatranti,
drammaturghi, coreografi, grafici, e creativi di ogni disciplina.

Play with Food inizierà il 20 marzo alle ore 18.30 allo spazio Qubì, dove aprirà la ricca sezione dedicata alle arti visive, con opere video,
installazioni e fotografie di Eleonora Diana (TO), Irene Pacini (GE), Spice Lee (TO), Ciboideale (FI), duendeturin (TO), Plastikwombat
(TO), Visalartspace (TO), Daniela Ardiri (CR-BA), Francesca Sigilli (ME), Emiliano Zanichelli (RE), Diego Pomarico (TO), Giuia Bonora (FE), Ester Motta (CO), Silvia Beccaria (TO), Benna (RM).

Accompagnerà l’inaugurazione PlaywithGNAM!, il contest culinario curato da TorinobyGNAM (TO) che sarà lanciato via Facebook due settimane prima del festival, e un aperitivo curato dai Cuochivolanti.

Le opere saranno visibili per tutta la durata del festival: il 21 e il 22 marzo dalle 16 alle 19, il 23 e 24 marzo dalle 11 alle 19.

Novità assoluta di questa quarta edizione, il 21 marzo, alle 19.00 e alle 21.00, sono le UNDERGROUND DINNER, cene in due case private, accompagnate da performance di Sara Allevi (RM) – L’odore di spezie che ha il buio e Chiara Vallini (TO) – MIAO / Lezioni pratiche di erotismo a tavola. Le due cene avverranno in contemporanea e ciascuna prevederà due turni: le location rimarranno segrete e saranno comunicate all’ultimo momento e solo ai prenotati. Il progetto è curato in collaborazione con i romani The Fooders, ‘brigata’ nata nel 2003 a opera di Francesca Barreca e Marco Baccanelli, attiva nell’esplorazione a tutto tondo del mondo della cucina.

La serata del 22 marzo alla Cavallerizza Reale sarà dedicata al teatro: dalle 21 saranno in scena Elvira Frosini/Kataklisma (RM) con l’affermato Digerselz e i torinesi Enrico e Salvo di Chi per Es Teatro con il debutto assoluto di Gusto e disgusto – orazione degustativa.

Aperitivo nel foyer dalle 20.00 all’inizio degli spettacoli all’inizio degli spettacoli.

Il 23 marzo alle 21.00 il festival chiuderà ufficialmente allo spazio Qubì con un concerto inedito di Fabio Bonelli / Musica da cucina, accompagnato da un aperitivo dei Cuochivolanti.

La serata proseguirà dalle 22.00 con una festa animata dalla musica del dj Lele Roma di Radioflash.

Domenica 24 marzo, alle 10.30 al Cineteatro Baretti, si saluterà il pubblico con un CineBreakfast (colazioni e proiezioni) – in collaborazione con il Centro Nazionale del Cortometraggio, che selezionerà per l’occasione un ricco programma di cortometraggi dedicati al tema del cibo. Tra le iniziative collaterali ricordiamo, presso il Circolo dei Lettori, i due incontri – il 22 alle 18 e il 23 alle 16 – curati dall’ONG torinese CISV nell’ambito
della Campagna per il diritto al cibo e la Sovranità alimentare Siamo tutti nella stessa pentola!

Tutti gli appuntamenti saranno accompagnati da momenti conviviali a cura dei Cuochivolanti con la collaborazione di piccole e innovative imprese locali in qualità di food sponsor.

Infine, ricordiamo che l’immagine guida di questa edizione del festival, è stata ideata da ELYRON, uno studio di graphic design costituito da Roberto Necco e Roberto Balocco, che nel 2009 ha vinto il primo premio al Fedrigoni Top Awards, categoria Publishing soft cover, e l’anno successivo il terzo premio nella categoria Catalogues.

Nel 2011 ha vinto la medaglia d’oro all’European Design Award nella categoria “signs and
displays” per il progetto “The Museum Of Everything”, mentre nel 2012, due poster di Elyron sono stati selezionati per la Biennale Internazionale del Poster di Varsavia.

Breve storia del festival

Il festival nasce da un’idea dei Cuochivolanti, dal 2006 impegnati sul doppio fronte del teatro e della cucina: dai servizi di catering ai cabaret-aperitivo, dalle performance di live cooking alla cucina a domicilio, Roberta Cavallo, Davide Barbato, Patrizia Capuzzi con la collaborazione dell’attrice Chiara Cardea, affiancati frequentemente da altri cuochi, artisti e teatranti (Associazione CuochiLab), hanno sempre cercato forme nuove e creative per proporre al pubblico temi importanti come il cibo, il nutrimento e la convivialità. Nel 2010 l’esperienza artistico-gastronomica dei Cuochivolanti e dell’Associazione CuochiLab fa nascere l’idea di un festival in grado di raccogliere le proposte di teatranti,
performers, artisti visivi, fotografi, danzatori capaci di confrontarsi in modo creativo con il tema del cibo: un festival multidisciplinare che sottraesse il cibo al mondo dell’intrattenimento enogastronomico per riportarlo al centro di una riflessione artistica, politica e filosofica, senza trascurare il gioco e il divertimento.

Il grande successo delle prime edizioni, presto sostenuto da importanti realtà culturali del territorio come il Circolo dei lettori, l’Associazione Baretti, l’Associazione Qubì e il Festival Cinemambiente, e patrocinato dalla Regione Piemonte, è documentato nel libro “Play with Food – La
scena del cibo”, edito nell’aprile 2011 da Editoria&Spettacolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche