Poker online: i nuovi orizzonti mobile e social COMMENTA  

Poker online: i nuovi orizzonti mobile e social COMMENTA  

Dopo la stabilizzazione nel corso del 2011 (800 milioni di euro/mese), a gennaio 2012 riparte di slancio la raccolta sul mercato del poker. Un trend positivo che traina l’intero mercato del poker online gratis: la spesa netta degli utenti italiani è passata da 690 a 735 milioni di euro, di cui 177 milioni di euro provenienti da poker cash e Casinò games.
Mobile, social network e poker live: gli operatori guardano con chiaro interesse verso i nuovi canali di promozione, engagement e comunicazione che offre il web e gli appuntamenti live.

Nuove ed importanti risorse in grado di alimentare un mercato in continua evoluzione, sempre più mobile e in contatto diretto con gli utenti, grazie alle piattaforme di social networking.
Secondo l’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano, attualmente sono disponibili 92 pagine Facebook e 37 profili Twitter che i concessionari utilizzano per la promozione di prodotti e per lo sviluppo delle community.

Inoltre queste piattaforme rappresentano importanti e preziosi canali di dialogo con gli utenti ed ottimi supporti per l’assistenza.
Sul fronte mobile, invece, nel 2011 l’offerta di giochi di poker è cresciuta del 100%: sempre più app e piattaforme sulle quali giocare ed interagire con la community sono a disposizione degli appassionati e come conferma anche Barbara Beltrami di Poker Star: “Il mobile si sposa perfettamente con il cash game.

L’Italia ha sperimentato per prima questa app e i risultati sono oltre le aspettative. Tantissimi download e un ottimo livello di traffico nuovo e non sottratto alla raccolta tradizionale ed è questo un segnale importantissimo”.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Sky
Tecnologia

HD di Sky: controllo remoto

Alcuni dispositivi in grado di agevolare il controllo remoto dell'HD di Sky. Se quando avete attivato l'HD di Sky avete riscontrato un problema con il funzionamento del telecomando, potrebbe trattarsi Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*