Poletti: esistono risorse per Cig deroga 2015 e 2015 COMMENTA  

Poletti: esistono risorse per Cig deroga 2015 e 2015 COMMENTA  

Poletti: esistono risorse per Cig deroga 2015 e 2015 novità
Poletti: esistono risorse per Cig deroga 2015 e 2015 novità

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti ha affermato che esistono risorse sia per il 2014 che per il 2015. Per mercoledì sono previste le valutazioni sul tema, ma nelle settimane successive sarà possibile eseguire il decreto per finanziare la copertura del 2014. Poletti afferma: “Noi siamo intenzionati a rafforzare i centri per l’impiego”.

Leggi anche: Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum

Dunque, se si desidera ottenere politiche attive per il lavoro, è necessario ottenere servizi per l’impiego più strutturati. Continua: “I centri per noi sono una delle priorità. E’ quello che abbiamo intenzione di fare e lo faremo”: Per di più, durante l’audizione, in platea c’erano alcuni lavoratori dei centri per l’impiego della regione Toscana, i quali hanno domandato al ministro come volesse procedere per il rafforzamento di quest’ultimi. Poletti ha spiegato che: “Senza collaborazione con le Regioni i centri non avranno una loro strada e un loro futuro: per la parte che mi compete sono intenzionato e impegnato a farlo, e fra due giorni discuteremo insieme alle Regioni di come fare questo percorso”.

Leggi anche: Padova: Maniaco sessuale o controllore? Ecco cosa è successo

Quanto al tema scuola, il ministro ha affermato che tre mesi di vacanza sono troppi, ne basterebbe uno, non è quindi obbligatorio farne tre. Uno potrebbe servire per fare formazione. Tuttavia, come tante altre, anche questa discussione deve essere ancora ben affrontata.

Leggi anche

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum
Attualità

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum

Nel cuore della notte Maria Elena Boschi scoppia a piangere. E piange per l'esito del referendum costituzionale. Maria Elena Boschi (Montevarchi, 24 gennaio 1981) è una politica italiana, il Ministro senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento con delega all'attuazione del Programma di Governo nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014. Due lacrime scivolano sulle sue guance rosa facendo colare anche un po’ di rimmel. Piange in un comprensibile miscuglio di rabbia e delusione. Ecco, l’incredulità. Appena due anni fa, negli indici di gradimento, Maria Elena Boschi era il ministro più popolare del Paese: la madrina di ogni riforma compresa quella più importante, quella della Costituzione, e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*