Polizia sequestra Ferrari a un uomo “Tenetevela, ne ho un’altra”

News

Polizia sequestra Ferrari a un uomo “Tenetevela, ne ho un’altra”

La Ferrari di un uomo è stata sequestrata per la targa scaduta, ma il guidatore non si preoccupa più di tanto e si consola dicendo di averne un’altra.

“Tenetevela pure tanto a casa ne ho un’altra” la risposta che un uomo ha fornito agli agenti della polizia di Domodossola i quali gli hanno sequestrato la macchina.

La Ferrari di un uomo è stata sequestrata dalla Polizia stradale di Domodossola in quanto l’uomo ha commesso alcune irregolarità. Prima di tutto, viaggiava troppo veloce sulla superstrada dove il limite è di 90 km all’ora.

Proprio per eccesso di velocità, l’uomo è stato fermato e la polizia ha immediatamente provveduto al controllo dell’auto. Un controllo che ha evidenziato alcune irregolarità. Oltre all’eccesso di velocità, si è scoperto che la targa dell’auto, tra l’altro comprata da poco, fosse scaduta.

I documenti per portare l’auto in Svizzera erano regolari. Per questa ragione, all’uomo è stata sequestrata l’auto.

Proprio al momento del sequestro, gli uomini si sono sentiti dire la seguente frase: «tenetevela pure tanto a casa ne ho un’altra».

L’uomo si stava recando in Toscana ad acquistare una nuova proprietà.

Lo studio legale ha pagato la multa del valore di 848 Euro per il veicolo non immatricolato. Ora l’auto, grazie anche al benestare della prefettura, arriverà in Svizzera con un carro attrezzi.

L’uomo, al momento del sequestro dell’auto, si trovava sulla SS33. L’uomo era già stato in precedenza fermato per via di eccesso di velocità su una strada dove il limite è di 90 km orari.

Inoltre, in base ai controlli effettuati, l’auto comprata aveva targa belga scaduta e quindi non poteva circolare liberamente. L’uomo, molto facoltoso, aveva dei documenti per trasportare l’auto in Svizzera, ma si recava in Toscana per acquistare una proprietà.

La curiosa risposta dell’automobilista

Al momento del sequestro l’uomo ha detto agli agenti di polizia di tenerla, in quanto in casa ne aveva un’altra.

Una risposta che mostra quanto questo uomo sia molto ricco e benestante, al punto da avere un’altra macchina in casa.

La multa da 848 Euro è stata pagata l’indomani da un tribunale e la macchina è potuta tornare in Svizzera con il carro attrezzi. Una vicenda davvero paradossale a cui si sono trovati davanti gli agenti di polizia.

Ora l’auto del valore di 20 mila Euro si trova in Svizzera dove giunge con un carro attrezzi apposito e dove l’uomo ne potrà usufruire dal momento che è stato tolto il sequestro.

A questo punto, l’uomo può usufruire del mezzo, anche se a casa ne ha un’altra, come ha detto lui, con spavalderia e anche strafottenza, dimostrando quanto sia un uomo facoltoso e ricco.

Insomma, un episodio paradossale giunto alla conclusione con il pagamento della sanzione e della multa il giorno dopo del tribunale. Una vicenda che, sicuramente i poliziotti ricorderanno con piacere e con allegria.

Un episodio da raccontare ad altri e da non dimenticare.

Qualcosa che sicuramente ha cambiato anche la loro giornata e il loro servizio. Una storia curiosa, particolare, atipica e diversa dal solito per i due poliziotti e l’autmobilista della Ferrari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche